Risorsa politica:

Monitoraggio dell'azione federale sul carbonio incarnato

Gli attori di tutto il governo federale stanno adottando misure per affrontare il carbonio incarnato. Questo documento fornisce una sintesi dei recenti punti salienti e delle iniziative in corso relative alla riduzione del carbonio incorporato nelle agenzie e nei programmi federali.

di Meghan Lewis e Monica Huang
Personale di ricerca del Carbon Leadership Forum

Questo documento è stato pubblicato in Marzo 2021. Per ulteriori informazioni sulle diverse iniziative politiche relative al carbonio incorporato o per monitorare gli aggiornamenti sulle iniziative politiche in questo documento, visitare il Carbon Leadership Forum Policy Toolkit.

Versione: 30 marzo 2021

Approcci politici per l'approvvigionamento a basse emissioni di carbonio 

Una politica di approvvigionamento di carbonio a basso contenuto di carbonio è un approccio alla riduzione del carbonio incorporato che richiede materiali da costruzione acquistati da un'agenzia federale, statale o municipale per soddisfare i requisiti di acquisto che affrontano le emissioni di gas serra derivanti dalle fasi dei cicli di vita di produzione e (talvolta) trasporto, installazione, manutenzione e smaltimento di un materiale da costruzione. 

Questo approccio sfrutta il potere d'acquisto delle agenzie governative per incoraggiare uno spostamento verso opzioni a basse emissioni di carbonio nel più ampio mercato dei materiali da costruzione. Le politiche di appalto pubblico hanno un grande potenziale di impatto sul carbonio incorporato, poiché quasi un terzo del carbonio annuo totale annuo delle costruzioni e quasi la metà del cemento utilizzato negli Stati Uniti può essere attribuito a progetti pubblici (vedere Cos'è una politica di acquisto pulito?).

Il seguente framework in cinque parti può essere utilizzato per comprendere e confrontare il numero crescente di basso contenuto di carboidratisulle politiche di approvvigionamento:

  1. Scopo: Quali materiali e progetti sono coperti?
  2. Divulgazione: Quali dati ambientali (o di altro tipo) vengono raccolti?
  3. Standard (facoltativo): esiste un'impronta di carbonio massima fissata per ogni materiale ammissibile?
  4. Incentivi (facoltativo): sono inclusi incentivi alle offerte, bonus di rendimento, crediti d'imposta o altri incentivi per supportare la conformità o incoraggiare un rendimento elevato?
  5. Conformità: In che modo le agenzie e le parti interessate (ad esempio appaltatori, architetti, ecc.) Si conformano alla politica e come viene introdotta gradualmente la politica nel tempo?

CLEAN Future Act: programma federale di acquisto pulito

Nel marzo 2021, la commissione per l'energia e il commercio della Camera ha introdotto il Leadership per il clima e azione ambientale per il futuro (CLEAN) della nostra nazione. Questo disegno di legge orientato al clima mira a "raggiungere lo zero netto di inquinamento da gas a effetto serra entro il 2050, con l'obiettivo intermedio di ridurre l'inquinamento del 50% rispetto ai livelli del 2005 entro il 2030". È un disegno di legge di ampio respiro che affronta i settori dell'energia, dell'edilizia, dei trasporti e dell'industria. Le sezioni 521-525 del CLEAN Future Act definiscono il programma Federal Buy Clean. Un programma federale Buy Clean è stato introdotto due volte in precedenza: in primo luogo, dal senatore Klobuchar nel 2019 e di nuovo in prima bozza del CLEAN Future Act rilasciato nel 2020.

La fattura è descritta di seguito utilizzando il framework delineato nella sezione precedente:  

Scopo

Federal Buy Clean si applicherebbe ai materiali da costruzione acquistati su progetti che coinvolgono fondi federali, che saranno specificati in modo più dettagliato dall'amministratore, dall'EPA (Environmental Protection Agency) e dalle agenzie di coordinamento. Ciò significa che i progetti infrastrutturali finanziati a livello federale, anche se solo parzialmente finanziati da fondi federali come i progetti statali, potrebbero essere ammissibili.

Il programma di trasparenza inizierà con alluminio, ferro, acciaio, calcestruzzo e cemento e si espanderà a un elenco secondario che include vetro piano, isolamento, muratura unitaria e prodotti in legno. Il programma consente l'aggiunta (o l'esclusione) di materiali dall'EPA o tramite petizione pubblica.

Il CLEAN Act stabilisce un obiettivo di raggiungere lo zero netto di inquinamento da gas serra entro il 2050, con l'obiettivo intermedio di ridurre l'inquinamento del 50% rispetto ai livelli del 2005 entro il 2030.

Divulgazione

La sezione 522, Trasparenza delle emissioni incorporate, si baserebbe sui progressi del settore privato nell'uso di dichiarazioni ambientali di prodotto (EPD) richiedendo all'EPA, in consultazione con il Segretario dell'Energia, il Direttore dell'Istituto Nazionale di Standard e Tecnologia e i pertinenti laboratori nazionali di "stabilire un programma per migliorare la trasparenza, la qualità e la disponibilità dei dati di valutazione del ciclo di vita" da :

  • Designare una regola di categoria di prodotto, sviluppata da una terza parte o sviluppata di recente dall'EPA, per ogni materiale ammissibile (sezione 522c); 
  • Creazione di un database EPD nazionale per fornire un database accessibile al pubblico di EPD conformi alle PCR designate; e
  • Richiedere all'EPA di valutare le EPD e raccomandare opportunità di armonizzazione o miglioramento.

Armonizzare lo sviluppo e la rendicontazione dei dati sulla valutazione del ciclo di vita (LCA) è un ruolo che è stato assunto dai governi federali in Europa, ad esempio attraverso la Germania ÖKÖBAUDAT database e Francia Database INIES.

Dichiarazione ambientale di prodotto (EPD)

Il CLEAN Future Act definisce un EPD come un documento che include una misurazione specifica del prodotto delle emissioni incorporate di un prodotto su base di massa e per unità funzionale che:

  • è conforme agli standard internazionali, come un EPD di tipo III, come definito da ISO 14025
  • è calcolato per una struttura specifica; comunica informazioni trasparenti e confrontabili
  • comprende tutte le fasi di produzione richieste dal prodotto
  • è verificato da una terza parte indipendente
  • è sviluppato secondo i criteri specificati nella PCR appropriata designata dall'EPA
  • è valido per non più di 5 anni

Standard

La Sezione 524 richiederebbe all'EPA e al Segretario dell'Energia di stabilire un programma Buy Clean in coordinamento con agenzie federali competenti. I programmi Buy Clean in genere richiedono che i materiali idonei utilizzati nei progetti di infrastrutture pubbliche siano tenuti a presentare EPD che dimostrano che un prodotto soddisfa uno standard di prestazioni stabilito dal programma. Gli standard sono in genere limiti massimi di potenziale di riscaldamento globale (GWP) misurati in chilogrammi di anidride carbonica equivalente per unità, calcolati attraverso una valutazione del ciclo di vita. Le agenzie coinvolte determineranno come vengono sviluppati i limiti GWP, i materiali che devono soddisfare questi limiti, la tempistica di implementazione e altri dettagli del programma.

Incentivi

Il disegno di legge comprende due tipi di programmi di incentivazione. In primo luogo, la sezione 522 stabilisce il supporto per i produttori da:

  • Creazione di un programma di assistenza tecnica per i produttori di materiali idonei per aiutarli a sviluppare e verificare le EPD;
  • Creazione di un programma di sovvenzioni per le piccole imprese per sviluppare EPD; e
  • Richiedere sensibilizzazione del pubblico e istruzione ai produttori per incoraggiarli a presentare EPD al database nazionale.

In secondo luogo, la sezione 525 stabilisce un programma Climate Star, che è simile al programma Energy Star esistente in quanto ci sarà un'etichetta Climate Star che indica che i prodotti soddisfano i criteri di prestazione a basse emissioni di carbonio. Ciò consentirebbe di promuovere i prodotti Climate Star nelle politiche di approvvigionamento federali e nei cataloghi di prodotti, creando un ulteriore incentivo per i produttori a produrre prodotti a basse emissioni di carbonio.

Conformità

Il disegno di legge richiede che lo sviluppo del programma Buy Clean inizi entro un anno dall'entrata in vigore, ma non specifica una tempistica specifica entro la quale i materiali idonei devono soddisfare gli standard di prestazione. Lo sviluppo dei requisiti di conformità e delle responsabilità sui progetti rilevanti è lasciato alle agenzie elencate nella sezione precedente.

Agenzie federali pertinenti

Il CLEAN Future Act identifica le seguenti agenzie come rilevanti per lo sviluppo del programma Buy Clean con l'EPA e il Segretario dell'Energia:

  • Dipartimento del Commercio
  • Amministrazione dei servizi generali
  • Dipartimento della Difesa, compreso il Corpo degli Ingegneri dell'Esercito
  • Dipartimento dei trasporti
  • Dipartimento dell'Agricoltura
  • Dipartimento per gli affari dei veterani
  • Qualsiasi altra agenzia federale ritenuta appropriata dall'Amministratore e dal Segretario dell'Energia.

Amministrazione dei servizi generali (GSA)

Nel febbraio del 2021, il Green Building Advisory Committee (GBAC) ha approvato un lettera di consulenza (PDF) sulle raccomandazioni della politica di approvvigionamento per ridurre il carbonio incorporato presso la US General Services Administration (GSA). La GSA è un'agenzia federale che supporta le funzioni di base del governo federale, inclusi gli appalti. La lettera di consulenza è stata sviluppata tra febbraio 2020 e settembre 2020 dall'Embodied Energy Task Group (EETG) di GBAC, che ha raccolto raccomandazioni politiche dal Carbon Leadership Forum, RMI e altri.

La lettera approvata delinea i vantaggi ambientali, economici, per la salute umana e la giustizia sociale per la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra industriali e afferma che i vantaggi della riduzione dell'energia incorporata e del carbonio nel portafoglio di costruzioni della GSA potrebbero essere raggiunti con "poco o nessun costo aggiuntivo [per la GSA] oltre una quantità minima di tempo amministrativo ”, incoraggiando al tempo stesso uno spostamento del mercato verso materiali a basso consumo energetico e a basse emissioni di carbonio.

Le raccomandazioni politiche delineate nella lettera erano intenzionalmente allineate alla politica e ai sistemi federali esistenti. Ciò rende relativamente facile per GSA espandere i suoi attuali standard di approvvigionamento (Standard per le strutture per il servizio di edifici pubblici (P100)) includere il carbonio incorporato perché le raccomandazioni sarebbero simili alle politiche ambientali esistenti sugli obiettivi energetici, l'accessibilità o la diversione dei rifiuti.  La lettera è unica in quanto raccomanda approcci sia su scala materiale che su scala edificio.

Parte 1: approccio materiale (si applica a tutti i progetti, inclusi i miglioramenti degli inquilini)

L'approccio su scala materiale richiederebbe agli appaltatori di raccogliere EPD specifiche per prodotto certificate da terze parti per 75% di nuovi materiali ammissibili (stimati in base al valore in dollari o al peso) su tutti i progetti. Queste EPD devono dimostrare che il potenziale di riscaldamento globale (GWP) del materiale installato si trova nell'80% con le migliori prestazioni di prodotti funzionalmente equivalenti sulla base dei dati di un database EPD disponibile al pubblico. La lettera contiene raccomandazioni aggiuntive che incoraggiano il recupero, il riutilizzo e l'uso di materiali fabbricati in impianti con un punteggio ENERGY STAR di 50 o superiore.

Parte 2: approccio alla costruzione (si applica a livello di prospetto progetti)

L'approccio a scala di edificio richiederebbe al team di progetto di progettare un edificio in modo tale che si traduca in una riduzione di 20% del GWP rispetto a un edificio di base, secondo i requisiti definiti nel credito di riduzione dell'impatto del ciclo di vita dell'edificio LEED v4.1 o Protocollo di valutazione Green Globes per edifici commerciali. Le riduzioni sarebbero misurate e verificate attraverso una valutazione del ciclo di vita dell'intero edificio (WBLCA) (come minimo) della struttura e del recinto del progetto e sottoposte a un database pubblicamente disponibile.

 

Politiche su scala materiale e su scala edificio

Approccio su scala materiale

  • Ambito: in genere concentrarsi su una manciata di materiali ad alto impatto e in grandi quantità
  • Divulgazione: richiede EPD per un elenco specifico di materiali
  • Obiettivo: incoraggiare la produzione ad adottare tecnologie di produzione più pulite e pubblicare dati sul carbonio incorporato di alta qualità
  • Non può essere utilizzato per il confronto tra le categorie (ad esempio, calcestruzzo vs. legno); può essere utilizzato per confrontare prodotti funzionalmente equivalenti (ad esempio, l'armatura A vs. l'armatura B)

Approccio a scala di edificio

  • Ambito: struttura, recinzione e / o interni o l'intero edificio
  • Divulgazione: in genere richiede una WBLCA
  • Obiettivo: incoraggiare i team di progettazione e i proprietari ad impiegare una serie di strategie, in particolare nelle decisioni di progettazione nelle fasi iniziali (come considerare le opzioni di riutilizzo degli edifici o la scelta del materiale del sistema strutturale)
  • Può confrontare le categorie di prodotti (ad es. Cemento e legno)

Ulteriori sviluppi federali

La sezione fornisce una panoramica di ulteriori leve politiche federali, iniziative di ricerca e istruzione in corso e altri programmi per monitorare il carbonio incarnato: 

Programma per pavimentazioni sostenibili della Federal Highway Administration (FHWA)

Il programma Pavimenti sostenibili guidato dalla FHWA avanza la conoscenza e la pratica della sostenibilità relativa ai sistemi di pavimentazione, comprese le migliori pratiche, gli standard e gli strumenti LCA, come il prossimo strumento Pavement LCA. Il programma fornisce risorse educative volte a fornire assistenza tecnica alle agenzie di trasporto, che sono fondamentali per ridurre i circa 12% di carbonio annuo incorporato negli Stati Uniti attribuito alla costruzione di autostrade e strade (vedere Che cos'è una politica di acquisto pulito).

Ordini esecutivi

Il ramo esecutivo non richiede un'azione legislativa per modificare la politica di approvvigionamento per legare i requisiti di sostenibilità alla spesa per le infrastrutture. All'inizio del 2021, l'amministrazione Biden ha rilasciato un file Ordine esecutivo per affrontare la crisi climatica in patria e all'estero chiedendo "modifiche normative per promuovere una maggiore attenzione degli appaltatori sulla riduzione delle emissioni di carbonio e sulla sostenibilità federale". Ulteriori ordini esecutivi potrebbero autorizzare o richiedere ad agenzie specifiche come la GSA e il Dipartimento dei trasporti di adottare politiche di approvvigionamento a basse emissioni di carbonio o avviare un programma Buy Clean.

Il programma Sustainable Pavements dell'FHWA fornisce risorse educative volte a fornire assistenza tecnica alle agenzie di trasporto, che sono fondamentali per ridurre i circa 12% di carbonio annuo incorporato negli Stati Uniti attribuito alla costruzione di autostrade e strade (vedere Che cos'è una politica di acquisto pulito).

Dati di base sulla valutazione del ciclo di vita (LCA) e iniziative di ricerca

Il Federal LCA Commons è una comunità interagenzia formata dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA), dal Dipartimento dell'Energia (DOE) e dall'EPA. Si concentra sul progresso della ricerca LCA federale, sui metodi di modellazione e sui dati, compresi i materiali da costruzione.

Il Database degli inventari del ciclo di vita degli Stati Uniti sviluppato dal National Renewable Energy Laboratory (NREL) fornisce dati sui flussi di energia e materiali in entrata e in uscita dall'ambiente associati alla produzione di un materiale, un componente o un assieme negli Stati Uniti, compresi i materiali da costruzione. 

Set di dati LCA accessibili al pubblico, come quelli sviluppati dalle agenzie federali, potrebbero fornire un'opportunità per una maggiore armonizzazione delle EPD richiedendo l'uso di dati LCA pubblici e liberamente accessibili all'interno delle regole di categoria dei prodotti. 

Programmi di efficienza industriale e di ricerca e sviluppo (R&S)

Il governo federale sostiene l'adozione di efficienza energetica e pratiche di produzione pulita attraverso la ricerca e la collaborazione diretta con i produttori. 

Rebecca Dell descrive l'entità degli attuali investimenti federali nella produzione pulita e altre innovazioni industriali in la sua testimonianza all'udienza del CLEAN Future Act:

“Attualmente, non spendiamo più di $850 milioni all'anno per la produzione e l'innovazione industriale… La produzione e l'edilizia generano più occupazione e quasi lo stesso PIL del settore sanitario. Il settore sanitario è supportato dalle attività di ricerca e sviluppo del National Institutes of Health, con un budget annuale di $42 miliardi, ovvero 5.000% di quanto speso per il settore industriale ".

La testimonianza di Dell afferma che la maggior parte dei finanziamenti attuali passa attraverso il L'ufficio di produzione avanzata del DOE, una suddivisione dell'Office of Energy Efficiency & Renewable Energy del DOE. Supporta la ricerca e lo sviluppo e le partnership tecniche incentrate sulle nuove tecnologie di produzione. Il DOE ha una serie di altre opportunità di finanziamento rilevanti, come Agenzia per progetti di ricerca avanzata-Energia (ARPA-E).

L'EPA's ENERGY STAR prevede un benchmarking dell'efficienza energetica industriale e un programma di certificazione volontaria per cemento, vetro e un numero crescente di altri settori di produzione di materiali da costruzione. I produttori di tutte le dimensioni possono utilizzare gratuitamente Indicatore di prestazione energetica (EPI) strumento sviluppato per ogni settore per confrontare l'efficienza del proprio impianto con altri produttori statunitensi e sfruttare le risorse educative gratuite del programma e le opportunità di assistenza tecnica per migliorare l'efficienza del proprio impianto.

I produttori ad alte prestazioni possono avere singoli impianti certificati da ENERGY STAR se raggiungono un punteggio di 75 o superiore (su 100) utilizzando lo strumento EPI e ricevono la verifica da parte di terzi dei loro sforzi di efficienza. Il 18 marzo 2021, l'EPA ha annunciato gli impianti certificati ENERGY STAR 2020, di cui 13 cementifici e due stabilimenti per la produzione di vetro piano.

Set di dati LCA accessibili al pubblico, come quelli sviluppati dalle agenzie federali, potrebbero fornire un'opportunità per una maggiore armonizzazione delle EPD richiedendo l'uso di dati LCA pubblici e liberamente accessibili all'interno delle regole di categoria dei prodotti. 

Risorse per la politica del carbonio incorporate

it_ITItalian