Risorsa politica:

Targeting Net-Zero Embodied Carbon

Questo documento fornisce una panoramica di tre tipi di obiettivi di riduzione del carbonio incorporato e anche esempi di impegni aziendali e altri impegni volontari per ridurre il carbonio incorporato. Maggiori informazioni sulle opportunità per affrontare il carbonio incarnato con la politica possono essere trovate nel Toolkit per proprietari di Carbon Leadership Forum.

Versione: 3 maggio 2021

La definizione degli obiettivi è la chiave del successo e dello slancio

Le politiche di investitori, sviluppatori, proprietari di edifici e locatari sono essenziali per ridurre il carbonio incorporato stimolando l'azione prima dell'inizio di un progetto quando è disponibile la più ampia gamma di soluzioni. Man mano che un progetto avanza, la gamma di opzioni si riduce. Ambientazione net-zero embodied carbon obiettivi all'inizio di un progetto (preferibilmente prima che inizi) è quindi la chiave per massimizzare le riduzioni e minimizzare i costi. 

Quando si tratta di puntare al carbonio incorporato zero netto, ci sono tre tipi rilevanti di obiettivi:

  • Obiettivi a livello di azienda o organizzazione; 
  • Obiettivi a livello di progetto; e
  • Obiettivi a livello di materiale (approvvigionamento).

Gli obiettivi a livello di organizzazione sono più efficaci nell'accelerare l'azione attraverso l'allineamento dei team all'interno di un'organizzazione che potrebbe altrimenti essere isolata, come sostenibilità, proprietà immobiliari e approvvigionamento. Gli obiettivi di progetto e di approvvigionamento supportano obiettivi più ampi e garantiscono che le opportunità di riduzione siano seguite lungo la catena del valore e comunicate come priorità a un gran numero di parti interessate in un progetto tipico. 

Gli impegni di sostenibilità pubblica possono anche aiutare a mantenere lo slancio sull'azione per il clima all'interno di un'azienda segnalando la domanda di soluzioni a basse emissioni di carbonio, ispirando una "corsa al vertice" tra le organizzazioni che competono per essere le prime a zero netto.

Emissioni di carbonio incorporato e Scope 3

Il carbonio incorporato si riferisce alle emissioni di gas serra associate alla produzione, al trasporto, all'uso e allo smaltimento dei materiali da costruzione utilizzati nella costruzione. 

Il Greenhouse Gas Protocol Corporate Accounting and Reporting Standard divide le emissioni di GHG in tre ambiti:

  • Scopo 1 le emissioni provengono dalle attività di un'azienda che sono sotto il controllo diretto di una struttura, ad esempio la combustione di carburante in loco;
  • Scopo 2 le emissioni derivano dall'utilizzo di energia elettrica, vapore, calore e / o raffreddamento acquistati da terzi; e
  • Scopo 3 le emissioni sono le emissioni della catena del valore a monte ea valle, comprese le emissioni della catena di approvvigionamento a monte dei prodotti acquistati, le emissioni dei trasporti e i viaggi d'affari e le emissioni a valle del trasporto dei prodotti, l'utilizzo dei prodotti venduti e lo smaltimento dei prodotti. 

Il carbonio incorporato anticipato o "dalla culla al cancello" si riferisce agli impatti del carbonio incorporato fino al momento dell'acquisto e sono quindi considerati emissioni di ambito 3 (vedere la Figura 1). Le principali categorie di emissioni di ambito 3 associate al carbonio incorporato sono (1) beni e servizi acquistati e (2) beni capitali o attività utilizzate per produrre beni o servizi.

Figura 1.  Fasi del ciclo di vita del prodotto della costruzione incluse nella contabilità dei gas a effetto serra di ambito 1, 2 e 3, come descritto dal Standard di rendicontazione della catena del valore aziendale (Scope 3) del protocollo sui gas serra. Le emissioni dalla culla al cancello (incluse l'estrazione, il trasporto e la produzione) così come lo smaltimento dei rifiuti a fine vita e le emissioni di riciclaggio sono incluse nelle emissioni dell'ambito 3. Altre fasi del ciclo di vita, come la costruzione e la demolizione, non sono chiaramente attribuibili a una categoria.

Definizione di obiettivi di carbonio a livello di azienda / organizzazione

Obiettivi a livello di azienda / organizzazione

La contabilizzazione dei gas serra e la definizione degli obiettivi sono parte integrante della sostenibilità e del reporting aziendale. Il Protocollo GHG Corporate Accounting and Reporting Standard viene utilizzato da aziende, città, università e altri enti per segnalare le emissioni di gas serra. Standard come il Global Reporting Initiative (GRI) e il Consiglio per gli standard contabili di sostenibilità (SASB) aiuta a definire ciò che le aziende devono rendicontare nel loro rapporto annuale sulla sostenibilità e come vengono contabilizzate le emissioni di GHG. Le iniziative di responsabilità aziendale incoraggiano le aziende a intraprendere azioni aggiuntive come la definizione di obiettivi significativi (vedere il Iniziativa sugli obiettivi basati sulla scienza (SBTi)) o procurando energia rinnovabile 100% (vedere RE100). 

Fino a poco tempo, le iniziative di responsabilità sui gas serra si sono concentrate sulle emissioni derivanti dall'uso diretto o indiretto di energia, note anche come emissioni di ambito 1 e 2. Tuttavia, la crescente pressione dell'opinione pubblica per fare una contabilità dei gas serra più olistica ha portato un numero crescente di aziende ad espandere il proprio ambito di contabilità dei gas serra e impegni di sostenibilità pubblica per includere le emissioni della catena del valore (ambito 3). Secondo SBTi, “La definizione degli obiettivi della catena del valore (obiettivi dell'ambito 3) è ormai una pratica standard; 94% delle aziende con obiettivi basati sulla scienza includono le emissioni dell'ambito 3 "(fonte).

Mentre gli obiettivi per le emissioni di ambito 3 stanno diventando sempre più popolari, la definizione di obiettivi focalizzati esplicitamente sul carbonio incorporato o attraverso certificazioni di bioedilizia che richiedono riduzioni di carbonio incorporate, come la certificazione Zero Carbon, forniscono percorsi aggiuntivi per raggiungere lo zero netto. Il tavolo di Impegni dell'azienda e dei proprietari di edifici per ridurre il carbonio incarnato evidenzia esempi di impegni del proprietario che affrontano il carbonio incorporato

Stabilire obiettivi di carbonio per progetti e materiali incorporati

Obiettivi a livello di progetto

Gli obiettivi di carbonio incorporati a livello di progetto dovrebbero essere fissati prima dell'inizio di un progetto e comunicati nei requisiti del progetto del proprietario. Esistono due approcci principali per la definizione degli obiettivi a livello di progetto: 

  • UN limite di intensità di carbonio imposta un valore massimo di impronta di carbonio per area per un edificio. Ad esempio, il file Certificazione Zero Carbon richiede che "[l] e le emissioni totali di carbonio incorporate del progetto non devono superare i 500 kg-CO₂e / m²."
  • Obiettivi di riduzione percentuale da un valore di base può essere impostato per l'intero progetto o in base all'area. Ad esempio, il credito LEED v4 "Riduzione dell'impatto del ciclo di vita dell'edificio"Premia i team che" conducono una valutazione del ciclo di vita della struttura e del recinto del progetto che dimostri una riduzione minima di 10%, rispetto a un edificio di riferimento ".  

Il carbonio incorporato di un progetto può essere calcolato utilizzando strumenti di valutazione del ciclo di vita dell'intero edificio (WBLCA), come Tally, OneClickLCA, e altri. L'analisi WBLCA dovrebbe essere inclusa nello scopo del lavoro per il progetto, che deve essere guidata dall'architetto, ingegnere e / o consulente per la sostenibilità. Scopri di più sulla WBLCA nel Carbon Leadership Forum's Guida pratica.

L'analisi dei dati dei progetti passati è l'ideale per fornire limiti significativi di intensità di carbonio o obiettivi di riduzione. Ad aprile 2021, non esiste un database pubblicamente disponibile delle valutazioni del ciclo di vita degli edifici per fornire parametri di riferimento del carbonio incorporati a livello di edificio. Il Studio di benchmark sul carbonio incorporato ha compilato oltre 1000 edifici per stabilire un consenso sull'ordine di grandezza del carbonio tipico degli edifici incorporati. Sono necessarie ulteriori ricerche per fornire numeri di riferimento simili a quelli disponibili per l'energia operativa.

Obiettivi a livello di materiale

Gli obiettivi di approvvigionamento dovrebbero essere fissati durante il processo di progettazione e inclusi nelle specifiche. Analogamente agli obiettivi a livello di progetto, è possibile utilizzare due approcci: 

  • UN intensità di carbonio del materiale limit stabilisce un'impronta di carbonio massima per unità di materiale, come un'iarda cubica di calcestruzzo. Ad esempio, il file Stato della California richiede che il tondo per cemento armato acquistato per progetti statali sia inferiore al limite potenziale di riscaldamento globale di 1,06 tonnellate metriche di CO2e per tonnellata metrica di tondo per cemento armato. 
  • Obiettivi di riduzione percentuale da una linea di base il valore può essere impostato in totale o per unità funzionale di materiale. Ad esempio, il credito pilota LEED BD + C New Construction "Approvvigionamento di materiali da costruzione a basse emissioni di carbonio"Assegna alle squadre 1 punto per le riduzioni di 0-30% e 2 punti per le riduzioni superiori a 30% dai valori di riferimento dei materiali del Carbon Leadership Forum. 

Il carbonio incorporato nel prodotto dovrebbe essere tracciato tramite dichiarazioni di prodotto ambientali specifiche del prodotto, piuttosto che tramite strumenti di valutazione del ciclo di vita dell'intero edificio. Scopri di più in Politiche di approvvigionamento per ridurre il carbonio incorporato.

 

Impegni volontari sul carbonio incorporati

Mentre molti proprietari di edifici possono scegliere di sviluppare obiettivi di carbonio incarnato come parte di iniziative più ampie come gli obiettivi basati sulla scienza o le loro politiche aziendali di bioedilizia, la Sfida 2030 per il carbonio incorporato e la Dichiarazione di costruzione pulita sono due esempi di impegni che includono obiettivi specifici per il carbonio incorporato In costruzione.

Il 2030 Challenge for Embodied Carbon from Architecture 2030 chiede alla global architecture and building community di adottare il seguente impegno:

Le emissioni di carbonio incorporate da tutti gli edifici, infrastrutture e materiali associati devono soddisfare immediatamente un potenziale massimo di riscaldamento globale (GWP) di 40% al di sotto della media del settore oggi. La riduzione del GWP deve essere aumentata a:

  • 45% o migliore nel 2025
  • 65% o migliore nel 2030
  • Zero GWP entro il 2040.

Firmatari del Dichiarazione di costruzione pulita di C40 Cities si impegna a "riunire e ispirare le parti interessate ad agire e ad attuare politiche e regolamenti in cui abbiamo il potere di:

  • Ridurre le emissioni incorporate di almeno 50% per tutti i nuovi edifici e le principali ristrutturazioni entro il 2030, cercando di ottenere almeno 30% entro il 2025
  • Ridurre le emissioni incorporate di almeno 50% di tutti i progetti infrastrutturali entro il 2030, cercando di ottenere almeno 30% entro il 2025
  • Procurarsi e, quando possibile, utilizzare solo macchine edili a emissioni zero dal 2025 e richiedere cantieri edili a emissioni zero in tutta la città entro il 2030 ".

Risorse per la politica del carbonio incorporate

it_ITItalian