Progetto di ricerca:

Baseline materiali 2021

Rapporto di base | luglio 2021

Al fine di stabilire obiettivi realizzabili, è necessario disporre di una linea di base da cui confrontare i prodotti all'interno di un materiale o di una categoria di prodotti. A gennaio, il Carbon Leadership Forum ha pubblicato il documento 2021 Material Baselines (Versione 1), un rapporto che ha costituito un importante aggiornamento alle Beta Baselines 2019 di CLF, con una migliore fonte di dati, citazione e categorie. La versione 2 si basa su questi miglioramenti con nuove categorie e metodi e documentazione aggiornati.

Autori

Il team di ricerca del Carbon Leadership Forum presso l'University of Washington College of Built Environments:

  • Stephanie Carlisle, ricercatrice senior
  • Brook Waldman, ricercatore
  • Meghan Lewis, ricercatore senior
  • Kathrina Simonen, direttore esecutivo

Contributi dell'autore: SC e KS hanno guidato la concettualizzazione; SC e BW hanno condotto ricerche e analisi; SC, BW, ML e KS hanno eseguito la revisione, la modifica e la pubblicazione approvata; SC e BW hanno scritto il rapporto; SC ha curato grafica e impaginazione; KS ha ottenuto il finanziamento.

Versione: luglio 2021

Ringraziamenti

Il team di ricerca desidera ringraziare Building Transparency e la Pankow Foundation per aver sostenuto questa ricerca. Questo documento sostituisce i documenti EC3 Beta Baseline pubblicati nel 2019 e aggiornati nel 2020. Vorremmo ringraziare Stacy Smedley, Phil Northcott, Vaclav Hasik e Mikaela DeRousseau di Building Transparency per la loro revisione e lavoro sullo strumento EC3, e Vaclav Hasik e Mikaela DeRousseau per la loro analisi dei dati LCA ed EPD che ha informato questi risultati.

Citazione

Carlisle, S., Waldman, B., Lewis, M. e Simonen, K. (2021). Report di riferimento sui materiali del Carbon Leadership Forum 2021, (versione 2). Forum sulla leadership del carbonio, Università di Washington. Seattle, WA. luglio 2021. Archivio ResearchWorks dell'Università di Washington.  

Immagine di copertina di Katernya Babaieva

introduzione

L'industria edile ha un ruolo essenziale da svolgere nell'affrontare il cambiamento climatico associato alla costruzione di edifici e alla produzione di materiali. La nostra attuale comprensione dell'importanza del carbonio incorporato è stata resa possibile da una rigorosa modellazione quantitativa che tiene traccia delle emissioni di carbonio durante l'intera vita di materiali e prodotti, utilizzando valutazione del ciclo di vita (LCA). Negli ultimi anni, l'industria edile ha adottato l'LCA come metodo accettato a livello mondiale per valutare e comunicare gli impatti ambientali e ha applicato questi metodi allo studio di materiali, prodotti e assemblaggi. I dati ei risultati della LCA sono essenziali per guidare gli sforzi basati sulla scienza per decarbonizzare edifici e infrastrutture.

Il Carbon Leadership Forum fa parte di un ampio movimento che lavora per ridurre il carbonio incarnato dei materiali da costruzione e dei prodotti incoraggiando la divulgazione di dati sul carbonio incarnato di alta qualità da parte dei produttori. È essenziale che progettisti, proprietari e responsabili politici abbiano accesso a dati verificati, revisionati e pubblicati da terze parti su materiali e prodotti da costruzione al fine di facilitare le decisioni di approvvigionamento, fissare obiettivi di decarbonizzazione e informare la progettazione. Uno strumento per raggiungere questo obiettivo è stata la raccolta e l'uso di dichiarazioni ambientali di prodotto (EPD) per informare il processo decisionale. 

Lo sviluppo delle linee di base dei materiali è nato a sostegno del Calcolatore Embodied Carbon in Construction (EC3). Le linee di base EC3 sono state pubblicate originariamente nel 2019. Questo documento sostituisce le linee di base datate maggio 2020. Lo strumento EC3 e il suo database ad accesso aperto di EPD digitali sono una fonte per l'accesso e la valutazione delle EPD disponibili e dei relativi impatti sul carbonio che riportano. Tali database supportano progettisti, proprietari e responsabili politici nella selezione di prodotti a basse emissioni di carbonio durante l'approvvigionamento e la progettazione. Questi database sono dinamici, aggiornati costantemente con l'aggiunta di nuovi prodotti e la revisione dei dati a monte sui processi chiave, come l'intensità di carbonio delle reti elettriche regionali.

Valutazione del ciclo di vita (LCA)

Valutazione del ciclo di vita (LCA) LCA è una metodologia sistematica per compilare ed esaminare gli input e gli output di materiali ed energia e gli impatti ambientali associati direttamente attribuibili a un edificio, infrastruttura, prodotto o materiale durante il suo ciclo di vita (ISO 14040: 2006).

Dichiarazione ambientale di prodotto (EPD)

Gli EPD sono documenti verificati da terze parti basati su modelli LCA, scritti in conformità con gli standard internazionali, che riportano gli impatti ambientali di un prodotto. Queste dichiarazioni possono essere utilizzate per tenere traccia dei dati di prodotto specifici della catena di fornitura e confrontare i prodotti se i prodotti sono funzionalmente equivalenti e hanno ambiti allineati.  

Definizione e utilizzo di base

A livello globale, la disponibilità di dati sul carbonio incorporato per materiali e prodotti è in crescita poiché sempre più produttori producono EPD e rendono noto l'impatto ambientale delle loro catene di approvvigionamento. Tuttavia, la pubblicazione di EPD e altre informazioni sul carbonio è volontaria e la sua adozione è stata irregolare. Poiché non tutti i prodotti o produttori sono attualmente rappresentati in database pubblici come EC3, gli intervalli riportati continueranno molto probabilmente a essere stime basse degli impatti di carbonio dell'intera catena di fornitura dei materiali, rappresentando i produttori che hanno scelto volontariamente di rivelare l'impronta di carbonio dei loro prodotti . A causa della natura dinamica di questi set di dati, gli utenti hanno identificato la necessità di una linea di base statica con cui confrontare i risultati e rispetto alla quale possono impostare obiettivi misurabili. 

Attualmente, il CLF pubblica tre dati al fine di fornire un quadro della variabilità all'interno di una categoria di prodotto, secondo i migliori dati pubblicamente disponibili: Alto, Mediano e Basso. Le linee di base hanno lo scopo di fornire un ordine di grandezza approssimativo degli impatti di carbonio incorporati per categoria che riflettono la variabilità significativa della produzione del prodotto e l'incertezza dei dati LCA disponibili. Collettivamente, questi valori rappresentano la gamma prevista di impatti di carbonio incorporati per la maggior parte dei prodotti nella loro categoria, tenendo conto della variabilità e dell'incertezza.

Il Linea di base CLF rappresenta una stima prudente o "elevata" per il carbonio incorporato in una categoria di prodotto. Questo valore ha lo scopo di fornire un ordine di grandezza approssimativo degli impatti del carbonio incorporati e rappresenta un alto stima dell'impronta di carbonio incorporata di un prodotto se non viene fatto alcuno sforzo per scegliere un'alternativa a basse emissioni di carbonio. La maggior parte dei prodotti della categoria scenderà al di sotto di questa soglia. Questo numero di riferimento CLF può essere considerato un buon punto di partenza da cui sviluppare limiti o riduzioni di carbonio. Per le categorie in cui sono presenti sufficienti EPD specifiche per prodotto, la linea di base CLF è legata all'80° percentile della categoria (ovvero, il punto in cui 80% dei risultati ha valori inferiori a questo numero) come rappresentato nel database EC3 pubblicato, risultati EPD sottoposti a revisione paritaria. La linea di base CLF è mostrata all'interno dello strumento EC3 per tutte le categorie pubbliche. 

Il Stima "tipica" del CLF rappresenta la performance mediana dei prodotti contenuti in una categoria. Questo valore è legato a una EPD media del settore, se disponibile e valida al momento della pubblicazione. Questo numero può essere visto come una stima tipica per la categoria, che rappresenta la pratica di produzione standard. Pertanto, è opportuno utilizzare questo numero come stima approssimativa prima che i prodotti siano stati selezionati o come valore predefinito per confronti ampi di prodotti. EPD nella media del settore sono sviluppati da associazioni di settore che rappresentano più produttori e sedi e dichiarano gli impatti ambientali associati a un "prodotto medio" in un settore o un'area geografica chiaramente definiti. I prodotti coperti da una EPD media di settore seguono la stessa Product Category Rule (PCR) e hanno la stessa unità dichiarata. Tutte le EPD medie del settore a cui fa riferimento il database EC3 sono documenti pubblicati, sottoposti a revisione paritaria, basati su rigorosi modelli LCA.

Il Stima "realizzabile" del CLF rappresenta un obiettivo raggiungibile, o un valore basso per la categoria, per cui almeno 20% di prodotti che soddisfano la specifica sono migliori di questo valore. Per le categorie in cui sono disponibili più di 20 EPD specifiche per prodotto e in cui questi prodotti rappresentano la gamma di materiali e produzione previsti all'interno della categoria, questo valore è stato basato sulle cifre del 20° percentile nello strumento EC3 e annotato nella citazione dei dati. I prodotti che soddisfano questa soglia potrebbero essere credibilmente considerati materiali a bassissimo tenore di carbonio rispetto a quelli di prestazioni e funzioni simili. Laddove non vi siano ancora dati sufficienti a supportare una stima attendibile del basso valore per la categoria, nella tabella sottostante compare la dicitura “TBD” (“da determinare”). 

Cos'è una linea di base?

Una linea di base è un riferimento statico rispetto al quale confrontare i progressi verso un obiettivo. I dati di base consentono il monitoraggio di modifiche o miglioramenti nel tempo e tra i progetti.

 

Origine dei dati

Queste stime vengono create sulla base di una serie di dati disponibili, tra cui:

  • EPD medie del settore, che rappresentano le medie ponderate in base alla produzione per una categoria di materiale.
  • Distribuzione degli impatti di tutte le EPD specifiche del prodotto note per una categoria di prodotto, al momento della pubblicazione.
  • Rapporti pubblicati e sottoposti a revisione paritaria sugli impatti e sulla variabilità del carbonio all'interno di una categoria di materiali.
  • Il Inventario del carbonio e dell'energia che include gamme di carbonio incorporate di materiali chiave.

Dato che la maggior parte delle categorie di prodotti materiali attualmente mancano di dati sul carbonio incorporati a livello di settore che rivelano la variabilità tra le catene di approvvigionamento e i produttori, il Carbon Leadership Forum sta stimando queste linee di base utilizzando uno dei tre metodi, a seconda della qualità dei dati disponibili per una categoria di prodotto materiale :

  • Metodo 1: Se esistono dati specifici del settore per quanto riguarda l'intervallo delle emissioni in questa categoria di prodotto, gli intervalli utilizzati verranno estratti da tali dati e la fonte sarà elencata come citazione principale. Ad esempio, i dati CLF Ready Mixed Concrete si basano su un file EPD media del settore e anche un recentemente pubblicato Rapporto benchmark nazionale e regionale sulla media del settore che rivela la variabilità tra le regioni e le miscele per classe di forza. Entrambe le fonti di dati sono pubblicate dalla National Ready Mixed Concrete Association (NRMCA, 2019 e 2020).
  • Metodo 2: Se una categoria di prodotti ha molti EPD (più di 20 EPD specifiche per prodotto sono presenti nel database EC3) e i prodotti inclusi sono valutati per rappresentare il mercato attuale, i risultati dello strumento EC3 saranno utilizzati direttamente per stimare le linee di base. In questo caso, le cifre "Alto" e "Basso" vengono estratte dallo strumento EC3. Questi rappresentano rispettivamente l'80° e il 20° percentile della distribuzione dei dati EPD nello strumento EC3 (compresi i fattori di incertezza) al momento della pubblicazione. Si noti che questa è un'approssimazione dell'80° percentile a causa della mancanza di dati sui volumi di produzione dell'industria, che sarebbero necessari per effettuare un calcolo ponderato per la produzione. Questo metodo è più appropriato per categorie di materiali come moquette o cartongesso, per le quali esistono centinaia di EPD che rappresentano più fornitori e un'ampia gamma di tipi di prodotto. Quando si utilizza il Metodo 2, il numero di EPD su cui si basa il valore è annotato nella "Fonte dei dati".
  • Metodo 3: Se una categoria di prodotti ha pochissimi EPD (meno di 20) nel database EC3 o se si ritiene che le EPD disponibili non rappresentino l'intera ampiezza del mercato, il CLF stima che la linea di base sia: il valore medio del settore più un fattore di incertezza per tenere conto della variazione nel settore o il punto medio tra un valore medio del settore e un valore elevato del settore per la categoria di materiale o il sottotipo di prodotto. I valori medi o elevati del settore saranno ottenuti dalle EPD a livello di settore o dall'Inventario del carbonio e dell'energia (ICE). Questo metodo viene utilizzato per categorie come i prodotti in legno in cui sono state pubblicate pochissime EPD e in cui la variabilità non è stata divulgata nelle EPD a livello di settore o in altri rapporti pubblici.
  • Metodo 4: Se una categoria di prodotti ha nessuna EPD di settore e pochissime EPD di prodotto, e c'è un'altra categoria di prodotti CLF Baseline con caratteristiche dei materiali molto simili (in termini di materie prime, trasporto e processi di produzione), allora il CLF utilizzerà la seconda categoria come proxy e abbinerà i suoi valori per la categoria fino a quando non saranno disponibili dati migliori a disposizione.

Nessuno di questi metodi è statisticamente esatto. A causa dell'attuale scarsità di informazioni sulle quantità di produzione industriale e della rappresentazione ineguale dei prodotti ad alto e basso tenore di carbonio nell'attuale selezione di EPD disponibili, questi metodi sono approssimazioni che possono essere utilizzati fino a quando non saranno disponibili dati migliori. Idealmente, questi dati sarebbero forniti direttamente da studi LCA che hanno accesso ai dati di produzione ed emissioni specifici del settore. Il CLF ha compiuto ogni sforzo per essere completamente trasparente sulla fonte e sulla qualità dei dati utilizzati per stabilire queste linee di base su base categoria per categoria.

Sfondo di riferimento

Scopo

I dati di base sono rappresentativi della produzione nordamericana, riconoscendo il commercio globale. Le linee di base CLF rappresentano gli impatti del carbonio nella fase di prodotto (A1-A3), ovvero gli impatti dalla culla al cancello dall'estrazione delle materie prime alla produzione. Questo ambito dalla culla al cancello comprende la maggior parte degli impatti del carbonio incorporati per la maggior parte dei materiali ed è coerente con lo scopo della maggior parte delle EPD specifiche del prodotto. Ulteriori impatti derivanti dal trasporto e dall'installazione (A4-A5) possono essere considerati anche nel carbonio incorporato iniziale e possono essere significativi per alcune categorie di materiali, ma non sono inclusi in queste cifre, poiché attualmente non sono richiesti da molte regole di categoria di prodotto per la pubblicazione in Dichiarazioni Ambientali di Prodotto (EPD). Man mano che questi dati saranno disponibili, sarà importante che gli impatti A4 e A5 siano integrati nelle decisioni sugli appalti.

Una notevole eccezione all'ambito di applicazione A1-3 è stata fatta per i materiali isolanti in schiuma, in cui le emissioni di agenti espandenti durante l'installazione e durante la durata del prodotto possono contribuire in modo significativo al GWP complessivo del prodotto. La divulgazione di questi impatti è stata essenziale per il movimento per sostituire gli agenti espandenti di idrofluorocarburi (HFC) con alternative a potenziale di riscaldamento globale (GWP) inferiore. Poiché le EPD di isolamento devono includere questi impatti ove applicabile, le linee di base CLF per pannelli e isolanti schiumati sul posto tengono conto di ulteriori fasi del ciclo di vita.

Coinvolgi e aiuta a perfezionare

Stiamo attivamente cercando aiuto per perfezionare questi metodi e non vediamo l'ora di aiutare ad accelerare la standardizzazione del calcolo e la segnalazione dell'incertezza e della variabilità nelle EPD al fine di migliorare la qualità, la quantità e l'accessibilità dei dati sul carbonio incorporati. Se sei interessato a partecipare ai comitati tecnici che supportano la metodologia e lo sviluppo dei dati, invia un'e-mail a clfinfo@uw.edu per aggiornamenti e forum di discussione, feedback e ricerca continua.

Comparabilità

La valutazione del ciclo di vita è una pratica comparativa ed è importante che gli utenti seguano le migliori pratiche nel fare confronti appropriati tra prodotti e materiali. Le linee di base CLF rappresentano una stima approssimativa dell'impronta di carbonio di una categoria di prodotti. Tuttavia, per effettuare confronti tra i materiali, spetta all'utente assicurarsi che i prodotti, i materiali o gli assiemi siano funzionalmente equivalenti, ovvero che servano allo stesso scopo e soddisfino gli stessi standard di prestazione all'interno della progettazione dell'edificio. Fare riferimento a Embodied Carbon in the EC3 Tool: Methodology Report per indicazioni future su come effettuare confronti appropriati.

Inoltre, le EPD in ciascuna delle ampie categorie includono molti prodotti unici con caratteristiche di prestazioni uniche che non sono sempre possibili da identificare dai dati attualmente inclusi nelle EPD. Descrizioni migliori delle caratteristiche delle prestazioni e la creazione di un sistema EPD digitale potrebbero aiutare a superare questi limiti.

Le cifre CLF Baseline non rappresentano gli impatti associati all'intero ciclo di vita di un assieme edilizio. È inclusa solo la fase del prodotto (A1-A3), in quanto rappresenta l'ambito della maggior parte delle EPD nel database EC3. I dati di riferimento, quindi, non includono le fasi di Trasporto al sito (A4), Installazione (A5), Utilizzo (B1-B3) o Fine vita (C1-C4). (Vedere la nota sopra per l'eccezione per i materiali isolanti). È necessario prestare attenzione quando si confrontano materiali o prodotti con diversi scenari di utilizzo o di fine vita. Per effettuare confronti tra categorie o per valutare un intero edificio per tutta la sua durata, è necessario condurre una modellazione più rigorosa utilizzando uno strumento LCA dell'intero edificio (WBLCA) con un ambito completo dalla culla alla tomba.

Aggiornamenti

Il Carbon Leadership Forum sta pubblicando queste cifre di riferimento a sostegno dello strumento EC3 e di altre iniziative di riduzione del carbonio incorporate e si adopererà per aggiornarle annualmente. Verranno aggiunte nuove categorie di riferimento man mano che verranno pubblicate più EPD e migliorerà la disponibilità dei dati sia nell'ambito che nella risoluzione. Queste linee di base verranno utilizzate anche per testare e migliorare i metodi utilizzati per valutare il carbonio incorporato nei materiali e nei prodotti. Se hai suggerimenti o feedback su come potremmo migliorare queste linee di base, contatta clfinfo@uw.edu.

Dall'ultima versione di questo rapporto (2021 CLF Material Baselines, versione 1.0), sono state apportate le seguenti modifiche e miglioramenti, tra cui:

 

Nuove categorie:

  • Elementi per muratura in calcestruzzo (CMU)
  • Filo di acciaio e rete
  • Decking in acciaio
  • Estrusi in alluminio
  • Estrusi in alluminio termicamente migliorati
  • Pannelli metallici coibentati (IMP)
  • Pannelli per tetti e pareti in metallo

Aggiornamenti alle categorie precedenti:

  • Cablaggio dati: riorganizzato per avere tre sottotipi, in base all'industria e all'input dell'utente.
  • Rivestimento in gesso opaco di vetro: aggiornato per riflettere un nuovo IW-EPD, suddiviso in due sottotipi in base allo spessore e modificata l'unità dichiarata (1 m2 anziché 1000 m2).
  • Cartongesso: unità dichiarata modificata (1 m2 anziché 1000 m2).
  • Pavimenti resilienti: aggiornato il valore "tipico" per riflettere meglio la gamma di prodotti e per correggere il precedente sovrappeso di una EPD a livello di settore.

Aggiornamenti metodologia e documentazione:

  • Il metodo 3 include un percorso aggiuntivo per stabilire il valore di base elevato basato sul valore medio del settore e un fattore di incertezza per tenere conto della variazione.
  • Il nuovo metodo 4 stabilisce i valori per un tipo di prodotto con dati limitati utilizzando un altro tipo di prodotto molto simile come proxy.
  • La sezione Scope rileva un'eccezione (per alcuni isolamenti in schiuma) alla regola generale che i valori qui si applicano solo agli impatti A1-A3.

Baseline materiali 2021

LINEE DI BASE CLF 2021 v2
kg CO2e per unità dichiarata
Categoria Sottotipo Realizzabile
(Basso)
Tipico
(Mediano)
Baseline
(Alto)
Unità dichiarata Metodo Sorgente dati e note
CALCESTRUZZO
Calcestruzzo pronto misto
0-2500 psi (0-17,2 Mpa) 190 266 340 m3 1
Tipico = valore di riferimento NRMCA USA per classe di resistenza (NRMCA, 2020, tabella E1); Basso = valore minimo IW-EPD calcestruzzo preconfezionato (NRMCA, 2019) per classe di resistenza; Alto = IW-EPD Ready Mixed Concrete (NRMCA, 2019) valore massimo per classe di resistenza + fattore di incertezza per tenere conto della variazione del cemento (analisi della trasparenza dell'edificio, citazione di prossima pubblicazione). Si noti che l'NRMCA Industry Average EPD (NRMCA, 2019) fornisce dati per intervalli di forza (ad es. 3001 – 4000 psi), mentre il NRMCA Benchmark Report (NRMCA, 2020) fornisce dati per valori di forza specifici (ad es. 4000 psi).
2501-3000 psi (17,2-20,7 MPa) 210 291 380 m3 1
3001-4000 psi (20,7-27,6 MPa) 260 343 470 m3 1
4001-5000 psi (27,6-34,5 MPa) 320 406 580 m3 1
5001-6000 psi (34,5-41,4 MPa) 330 429 610 m3 1
6001-8000 psi (41,3-55,1 MPa) 380 498 710 m3 1
> 8001 psi (> 55,1 MPa) 411 535 710 m3 1 NRMCA non pubblica dati per miscele di calcestruzzo oltre 8000 psi nel loro IW-EPD o nel rapporto di riferimento. Basso = EC3 20° percentile, febbraio 2021, tratto da 120 EPD specifiche per prodotto. Tipico = media EC3, febbraio 2021, ricavata da 120 EPD specifiche per prodotto. Alto = impostazione predefinita su CLF High Baseline per il successivo valore della classe di resistenza più alto (6001-8000 psi) fino a quando non saranno disponibili ulteriori dati.
Liquami Riempimento fluido 90 170 230 m3 2 Il riempimento fluido non è rappresentato in un IW-EPD separato. Basso/Tipico/Alto in base al 20° percentile/media/80° percentile calcolato EC3 dicembre 2020, ricavato da 998 EPD di prodotto per miscele di liquami di ≤1200 psi. Numeri NRMCA IW-EPD per calcestruzzo leggero attraverso le resistenze rappresentate nel set di dati.
Malta strutturale 270 458 620 m3 2 La malta strutturale non è rappresentata in un IW-EPD separato. Basso/Tipico/Alto basato sul 20° percentile/media/80° percentile calcolato EC3 dicembre 2020, ricavato da 409 EPD di prodotti per miscele di liquami di ≥1200 psi. Numeri NRMCA IW-EPD per calcestruzzo leggero attraverso le resistenze rappresentate nel set di dati.
Calcestruzzo proiettato Abbina i valori del calcestruzzo preconfezionato per resistenza m3 4 A causa dei dati limitati e della somiglianza del tipo di prodotto, i valori del calcestruzzo preconfezionato possono essere utilizzati come approssimazione ragionevole per il calcestruzzo proiettato fino a quando non saranno disponibili dati più specifici.
OPERE MURARIE
Unità di muratura in calcestruzzo da definire 370 545 m3 2 Tipico = valore mediano riportato di tutte le EPD nordamericane nel database EC3 luglio 2021, dove le IW-EPD (CCMPA, 2016) sono ponderate a 20x. Alto = 80° percentile calcolato da EC3 luglio 2021, ricavato da dati nordamericani: 2 valori IW-EPD e 107 EPD specifici per prodotto.
ACCIAIO
Rebar 0.8 0.98 1.7 kg 2 Tipico = Rinforzo in acciaio fabbricato IW-EPD (CSRI, 2017); Basso = 20° percentile calcolato da EC3 gennaio 2021; Alto = 80° percentile calcolato da EC3 gennaio 2021 tratto da IW-EPD e 64 EPD specifiche del prodotto.
Filo di acciaio e rete Abbina i valori dell'armatura kg 4 A causa dei dati limitati e della somiglianza del tipo di prodotto, i valori dell'armatura possono essere utilizzati come approssimazione ragionevole per l'armatura in filo d'acciaio e rete in calcestruzzo fino a quando non saranno disponibili dati più specifici.
Piastra in acciaio 1.0 1.47 3.0 kg 3 Tipico = piastra in acciaio fabbricata IW-EPD (AISC, 2016c); A causa del basso numero di EPD, Basso = punto tra il valore IW-EPD e il minimo globale stimato in base al database ICE (Circular Ecology, 2019); Alto = punto tra il valore IW-EPD e il massimo globale stimato in base al database ICE (Circular Ecology, 2019).
Acciaio strutturale Sezioni vuote 1.5 2.39 3.0 kg 3 Tipico = Sezioni strutturali cave fabbricate IW-EPD (AISC,
2016a); Basso = CLF beta valore basso; Alto = regolato per riflettere
gamme simili ad altri prodotti in acciaio in questo elenco a causa della carenza
dei dati disponibili.
Acciaio strutturale Sezioni laminate a caldo 0.8 1.16 1.7 kg 2 Tipico = Sezioni strutturali laminate a caldo fabbricate da IW-EPD (AISC, 2016b); Basso = 20° percentile calcolato da EC3 gennaio 2021; Alto = 80° percentile calcolato da EC3 gennaio 2021 tratto da IW-EPD e 34 EPD specifiche del prodotto.
Decking in acciaio 1.5 2.37 3.1 kg 3 Tipico = impalcato in acciaio IW-EPD (SDI, 2015). Basso = IW-EPD meno fattore di incertezza per tenere conto della variabilità, ad esempio, metodi di produzione, mix di griglia, tipi di rivestimento e cambiamenti nel tempo (IW-EPD basato sui dati primari dell'anno 2012). Alto = IW-EPD più fattore di incertezza valutato da EC3 per tenere conto della variabilità. (Questo si allinea anche con il punto medio tra IW-EPD e il valore EPD più alto del prodotto, incluso il fattore di incertezza, nel database EC3 giugno 2021.)
Acciaio stampato a freddo Inquadratura 1.5 2.28 3.0 kg 3 Tipico = perni e binari in acciaio formati a freddo IW-EPD prodotti negli Stati Uniti e in Canada (SRI, 2016); A causa del basso numero di EPD, Basso = punto tra il valore IW-EPD e il minimo globale stimato in base al database ICE (Circular Ecology, 2019); Alto = punto tra il valore IW-EPD e il massimo globale stimato in base al database ICE (Circular Ecology, 2019). Questi numeri corrispondono alle cifre 20% e 80% in EC3 a gennaio 2021, tratte da IW-EPD e 4 EPD specifiche del prodotto.
Travetti in acciaio a rete aperta Travetti in acciaio a rete aperta 0.7 1.38 2.5 kg 3 Tipico = travetti in acciaio a trama aperta IW-EPD (SJI, 2015); Basso = CLF
beta 2019 a basso valore; Alto = CLF 2019 beta alto valore
ALLUMINIO
Profilati in alluminio da definire 8.91 12.4 kg 3 Tipico = IW-EPD Aluminium Extrusions (AEC 2016a), basato su un prodotto di riferimento per l'estrusione verniciato. Alto = valore tipico + fattore di incertezza stimato basato su: EPD di settore e relativo rapporto di base (AEC 2016a, b, & c); il rapporto globale del Carbon Trust sui flussi di carbonio dell'alluminio (Carbon Trust, 2011); Istituto Internazionale dell'Alluminio (IAI 2021); EPD di prodotto nel database EC3; studio LCA sui rivestimenti (DSM, 2011). Nota: questa categoria include una gamma di opzioni di finitura tra cui finitura fresata, verniciata e anodizzata.
Profilati in alluminio termicamente migliorati
da definire 9.78 13.6 kg 3 Tipico = Estrusioni di alluminio termicamente migliorate IW-EPD (AEC 2016b), basato su un prodotto di riferimento per estrusione verniciato termicamente migliorato. Alto = valore tipico + incertezza stimata in base a: EPD di settore e relativo rapporto di base (AEC 2016a, b, & c); il rapporto globale del Carbon Trust sui flussi di carbonio dell'alluminio (Carbon Trust, 2011); Istituto Internazionale dell'Alluminio (IAI 2021); EPD di prodotto nel database EC3; studio LCA sui rivestimenti (DSM, 2011). Nota: questa categoria include una gamma di opzioni di finitura tra cui finitura fresata, verniciata e anodizzata.
LEGNO E COMPOSITI
Dimensione legname Cornici in legno 50 63 100 m3 3 Tipico = IW-EPD legname di conifere (AWC/CWC, 2020); A causa del basso numero di EPD, Basso = valore beta CLF 2019 = valore IW-EPD meno fattore di incertezza stimato; Alto = CLF 2019 beta valore alto = valore IW-EPD più fattore di incertezza stimato.
Rivestimento in compensato e OSB 200 230 400 m3 2 Tipico = IW-EPD NA Softwood Plywood (AWC/CWC, 2020) e NA Oriented Strand Board (AWC/CWC, 2020) (media non ponderata dei due); Basso = 20° percentile calcolato da EC3 gennaio 2021; Alto = 80° percentile calcolato da EC3 gennaio 2021 tratto da 24 EPD specifiche del prodotto e 2 IW-EPD.
Rivestimento in gesso opaco di vetro Spessore 1/2″ (12,7 mm) da definire 4.71 6.3 m2 3 Tipico = IW-EPD Glass Mat Gypsum Boards 1/2″ (GA, 2021); Alto = IW-EPD più fattore di incertezza valutato da EC3 (33%) per tenere conto della variazione del settore, luglio 2021.
Rivestimento in gesso opaco di vetro 5/8″ (15,9 mm) di spessore da definire 5.42 7.2 m2 3 Tipico = pannelli in gesso opaco IW-EPD 5/8″ (GA, 2021); Alto = IW-EPD più fattore di incertezza valutato da EC3 (33%) per tenere conto della variazione del settore, luglio 2021.
Prodotti prefabbricati in legno Travetti in legno 1.0 1.97 6.0 m 3 La categoria include travi a I in legno di diverse dimensioni, materiali (legno tenero o LVL per le corde e compensato o OSB per il web) e capacità strutturale, che influisce in modo significativo sulla variabilità CE. Tipico = IW-EPD NA Wood I-Joist (AWC/CWC, 2020); Basso = CLF 2019 beta valore basso; Alto = CLF 2019 beta alto valore.
Legname composito LSL / LVL / PSL 230 361 400 m3 3 La categoria include più tipi di prodotti creati combinando impiallacciature di legno, trefoli o scaglie con adesivo. I tipi differiscono per processo di produzione e qualità delle prestazioni. Tipico = Legname laminato per impiallacciatura IW-EPD (AWC/CWC, 2020); A causa del basso numero di EPD, Basso = valore beta CLF 2019 = valore IW-EPD meno fattore di incertezza stimato; Alto = CLF 2019 beta valore alto = valore IW-EPD più fattore di incertezza stimato.
Legno di massa GLT / CLT / DLT / NLT 104 137 200 m3 3 La categoria include più tipi di prodotti creati combinando singoli laminati in legno (legname di dimensioni) con adesivi o elementi di fissaggio in pannelli e/o travi e colonne di dimensioni maggiori. I tipi differiscono per processo di produzione e qualità delle prestazioni. Tipico = IW-EPD NA legno lamellare con colla (AWC/CWC, 2020); Basso = 20° percentile calcolato da EC3 gennaio 2021; Alto = 80° percentile calcolato dall'EC3 gennaio 2021 tratto da IW-EPD e 7 EPD specifiche del prodotto, più un fattore 5% aggiuntivo per approssimare la variabilità di produzione tra tipi di prodotto e produttori.
ISOLAMENTO
Isolamento per forma Tavola 2 10 20 m2-Rsi 2 Questa categoria include diverse opzioni di materiali, tra cui una varietà di prodotti isolanti in schiuma e fibra. Pertanto, non è disponibile un singolo IW-EPD che copra questa gamma di prodotti. Basso = 20° percentile calcolato da EC3 gennaio 2021; Tipico basato sulla media calcolata dalla CE gennaio 2021 (si noti che il termine "tipico" è meno rilevante per una categoria che include una tale gamma di tipi di materiale); Alto = 80° percentile calcolato da EC3 gennaio 2021 tratto da 271 EPD specifiche per prodotto e sei IW-EPD nel database EC3. Gli IW-EPD includono: pannello isolante in lana minerale (NAIMA, 2018a&b), isolamento in schiuma EPS (EPS-IA, 2017) e pannelli isolanti Polyiso (PIMA 2020a,b,&c). Si noti che questi valori tengono conto del GWP incorporato dopo A1-A3 a causa delle emissioni di agenti espandenti per isolanti in schiuma contenenti HFC.
Coperta 0.5 3 4 m2-Rsi 2 Questa categoria include diverse opzioni di materiali, tra cui cellulosa, fibra di vetro, lana minerale leggera e altri. Non è attualmente disponibile un'unica EPD a livello di settore che copra questa gamma di prodotti. Basso = 20° percentile calcolato da EC3 gennaio 2021; Tipico / Alto = media calcolata da EC3 / 80° percentile gennaio 2021 tratto da 56 EPD specifiche del prodotto, più un fattore di incertezza aggiuntivo (25%) per tenere conto della variabilità tra i tipi di prodotto e i produttori.
Schiumato sul posto 2.33 9 20 m2-Rsi 3 Tipico = isolamento in schiuma di poliuretano spray IW-EPD (HFC) e isolamento in schiuma di poliuretano spray (HF0) (SPFA, 2018). Nota: questo valore copre sia i prodotti in schiuma spray oc che cc. Basso = 20° percentile calcolato da EC3 gennaio 2021; Alto = 80° percentile calcolato da EC3 gennaio 2021, più un fattore di incertezza aggiuntivo (25%) per tenere conto della quota di mercato stimata e della variabilità tra i tipi di prodotto. Si noti che questi valori tengono conto del GWP incorporato dopo A1-A3 a causa delle emissioni di agenti espandenti per isolanti in schiuma contenenti HFC.
Soffiato 1 2 3 m2-Rsi 3 Questa categoria include diverse opzioni di materiali, tra cui cellulosa soffiata sfusa, lana minerale e fibra di vetro. Non è attualmente disponibile un'unica EPD a livello di settore che copra questa gamma di prodotti. Valori bassi/tipici/alti basati su 2 IW-EPD: isolamento convenzionale in cellulosa sciolto (CIMA/CIMAC, 2019) e lana minerale Loose Fill (NAIMA, 2018c) e 8 EPD specifiche del prodotto nel database EC3 più fattore di incertezza per tenere conto della variabilità tra i tipi di prodotto e i produttori.
RIVESTIMENTO
Pannello metallico isolato (IMP) 62 107 145 m2 3 Tipico = Pannello metallico isolato IW-EPD (MCA, 2020a), basato su un prodotto di riferimento IMP da 2″ con bobina in acciaio calibro 24. Basso = EC3 20° percentile gennaio 2021; Alto = IW-EPD + fattore di incertezza generato da EC3 (circa 35.5%)
Si noti che molti pannelli metallici coibentati utilizzano un isolamento in schiuma a base di poliuretano, che in genere contiene agenti espandenti HFC ad alto GWP che emettono nell'atmosfera durante la produzione A3 (considerata qui) e durante l'uso dell'edificio B1 e la fine del ciclo di vita C4 (non contabilizzato per qui).
Pannello in metallo 12 15.3 26 m2 2 La categoria include il pannello metallico sagomato a rullo per il rivestimento esterno, come aggraffatura verticale o profilo a nervatura scatolata. Tipico = Rivestimento in acciaio profilato a rulli IW-EPD (MCA, 2020b) basato su un prodotto di riferimento per pannelli in acciaio dello spessore di 0,028 pollici (calibro 24). Alto = 80° percentile dei risultati di ricerca EC3 filtrati manualmente giugno 2021, ricavati da 16 EPD di prodotto (di cui 5 dal Nord America) e 2 valori IW-EPD (MCA, 2020b). Basso = valore del GWP più basso riportato nell'EPD per i pannelli di rivestimento in metallo nel database EC3 giugno 2021. Si noti che i prodotti di diverso spessore, materiale (acciaio e alluminio) e opzioni di rivestimento sono inclusi in questi risultati.
FINITURE
Cartongesso 3 3 5 m2 2 Tipico = cartongesso convenzionale tipo X IW-EPD (Gypsum Association, 2020), basato su un prodotto cartongesso da 5/8 ″; Basso = EC3 20 ° percentile gennaio 2021; Alto = EC3 calcolato all'80 ° percentile gennaio 2021 tratto da IW-EPD e 85 EPD specifici del prodotto.
Piastrelle acustiche del soffitto 6 11 14 m2 2 Nessuna EPD a livello di settore è attualmente disponibile per questo prodotto. Basso = 20° percentile calcolato da EC3, Tipico = media calcolata da EC3, Alto = 80° percentile calcolato da EC3 gennaio 2021 tratto da 157 EPD specifiche del prodotto.
Pavimenti resilienti 6 11.5 20 m2 2 Tipico = media non ponderata di 6 IW-EPD nordamericani disponibili (RFCI, 2019a-f); Basso/Alto = 20°/80° percentile calcolati da EC3 gennaio 2021, tratti da IW-EPD e 167 EPD specifiche per prodotto.
Tappeto 6 11 20 m2 2 Nessuna EPD a livello di settore è attualmente disponibile per questo prodotto. Basso = 20° percentile calcolato da EC3, Tipico = media calcolata da EC3, Alto = 80° percentile calcolato da EC3 gennaio 2021 tratto da 274 EPD specifiche del prodotto più un fattore di incertezza aggiuntivo (25%) per tenere conto della variabilità tra i tipi di prodotto e i produttori.
COMUNICAZIONI
Cablaggio dati Cablaggio dati in fibra 2.64 7.75 14.6 m 2 La categoria include: cavi locali in fibra ottica con applicazioni voce, dati e PoE con varie classificazioni OFNR o OFNP per ambienti plenum o riser.
Nessuna EPD a livello di settore è attualmente disponibile per questo prodotto. Basso = EC3 20° percentile, Tipico = EC3 medio, Alto = EC3 calcolato 80° percentile maggio 2021 tratto da 32 EPD specifiche del prodotto.
Cablaggio dati a doppino intrecciato 0.23 0.37 0.46 m 2 La categoria include: cavi in rame per locali (categoria 3-7) voce, dati e applicazioni PoE con varie classificazioni CMR o CMP per ambienti plenum o montanti.
Nessuna EPD a livello di settore è attualmente disponibile per questo prodotto. Basso = EC3 20° percentile, Tipico = EC3 medio, Alto = EC3 calcolato 80° percentile maggio 2021 tratto da 149 EPD specifiche del prodotto.
Altro cablaggio dati 0.2 0.46 0.75 m 2 La categoria include: cavi compositi locali (coassiali), patch cord e altre tipologie di cablaggio.
Nessuna EPD a livello di settore è attualmente disponibile per questo prodotto. Basso = EC3 20° percentile, Tipico = mediana dei dati EC3 (invece della media EC3, per ridurre l'effetto di alcuni punti dati anomali significativi), Alto = EC3 calcolato 80° percentile maggio 2021 tratto da 100 EPD specifiche del prodotto.
MATERIALI SFUSI
Vetro piano 1.2 1.4 2.3 kg 2 Tipico = Vetro piano IW-EPD (NGA 2019); Basso = CLF beta basso = IW-EPD meno fattore di incertezza stimato; Alto = 80° percentile calcolato da EC3 gennaio 2021.

 

Riferimenti ai dati

Consiglio degli estrusori di alluminio (AEC), (2016a). Dichiarazione ambientale di prodotto – Profilati in alluminio

Consiglio degli estrusori di alluminio (AEC), (2016b). Dichiarazione ambientale di prodotto – Profilati in alluminio termicamente migliorati. UL Ambiente. Recuperato da https://www.aec.org/page/extrusion-sustainability-epds-lca

Consiglio degli estrusori di alluminio (AEC), (2016c). Rapporto sullo sfondo dell'EPD di estrusione di alluminio. Recuperato da https://www.aec.org/page/extrusion-sustainability-epds-lca

Istituto americano di costruzioni in acciaio (AISC). (2016a). Dichiarazione ambientale del prodotto - Profilati cavi in acciaio strutturale. Ambiente UL. Recuperato da https://www.aisc.org/globalassets/why-steel/103.1_aisc_epd_fab-hss.pdf

Istituto americano di costruzioni in acciaio (AISC). (2016b). Dichiarazione ambientale del prodotto - Sezioni strutturali laminate a caldo fabbricate. Ambiente UL. Recuperato da https://www.aisc.org/globalassets/why-steel/102.1_aisc_epd_-fab-sections_20160331.pdf

Istituto americano di costruzioni in acciaio (AISC). (2016c). Dichiarazione ambientale del prodotto - Piastra in acciaio fabbricata. Ambiente UL. Recuperato da https://www.aisc.org/globalassets/why-steel/101.1_aisc_epd_-fab-plate-20160331.pdf

Consiglio americano di legno (AWC). (2020). Dichiarazione ambientale di prodotto - Redwood Lumber. Ambiente UL. Recuperato da https://www.awc.org/pdf/greenbuilding/epd/AWC_EPD_RedwoodLumber_20200605.pdf

American Wood Council (AWC) e Canadian Wood Council (CWC). (2016a). Dichiarazione ambientale del prodotto - Fibra cellulosica nordamericana. Ambiente UL. Recuperato da https://www.awc.org/pdf/greenbuilding/epd/AWC-EPD-CFB-1602.pdf

American Wood Council (AWC) e Canadian Wood Council (CWC). (2016b). Dichiarazione ambientale del prodotto - Legname lamellare nordamericano. Ambiente UL. Recuperato da https://www.awc.org/pdf/greenbuilding/epd/AWC-EPD-LSL-1602.pdf

American Wood Council (AWC) e Canadian Wood Council (CWC). (2020a). Dichiarazione ambientale del prodotto - Legno laminato con colla nordamericano. Ambiente UL. Recuperato da https://www.awc.org/pdf/greenbuilding/epd/AWC_EPD_NorthAmericanGluedLaminatedTimber_20200605.pdf

American Wood Council (AWC) e Canadian Wood Council (CWC). (2020b). Dichiarazione ambientale del prodotto - Travetti a I nordamericani. Ambiente UL. Recuperato da https://www.awc.org/pdf/greenbuilding/epd/AWC_EPD_NorthAmericanWoodIJoists_20200605.pdf

American Wood Council (AWC) e Canadian Wood Council (CWC). (2020c). Dichiarazione ambientale del prodotto - North American Oriented Strand Board. Ambiente UL. Recuperato da https://www.awc.org/pdf/greenbuilding/epd/AWC_EPD_NorthAmericanOrientedStrandBoard_20200605.pdf

American Wood Council (AWC) e Canadian Wood Council (CWC). (2020d). Dichiarazione ambientale del prodotto - Legno impiallacciato laminato nordamericano. Ambiente UL. Recuperato da https://www.awc.org/pdf/greenbuilding/epd/AWC_EPD_NorthAmericanLaminatedVeneerLumber_20200605.pdf

American Wood Council (AWC) e Canadian Wood Council (CWC). (2020e). Dichiarazione ambientale del prodotto - legname di conifere nordamericane. Ambiente UL. Recuperato da https://www.awc.org/pdf/greenbuilding/epd/AWC_EPD_NorthAmericanSoftwoodLumber_20200605.pdf

American Wood Council (AWC) e Canadian Wood Council (CWC). (2020f). Dichiarazione ambientale del prodotto - Compensato di conifere nordamericane. Ambiente UL. Recuperato da https://www.awc.org/pdf/greenbuilding/epd/AWC_EPD_NorthAmericanSoftwoodPlywood_20200605.pdf

Associazione canadese dei produttori di muratura in calcestruzzo (CCMPA). (2016). Dichiarazione ambientale di prodotto – Unità per muratura in calcestruzzo di peso normale e leggero prodotte dai membri della Canadian Concrete Masonry Producers Association (CCMPA). ASTM internazionale. Recuperato da https://ccmpa.ca/resources-publications/environmental-product-declaration/

Carbon Trust, (2011). Flussi internazionali di carbonio – Alluminio. Fiducia del carbonio. Estratto da https://www.carbontrust.com/resources/international-carbon-flows

Cellulose Insulation Manufacturers Association (CIMA). (2019). EPD di tipo III a livello di settore - Isolamento convenzionale in cellulosa a riempimento. NSF. Recuperato da https://www.cellulose.org/images/EPD_CIMA_CIMAC_Conventional_Loose-Fill_Cellulose_Insulation_JAN20-1.pdf

Ecologia circolare. (2019) Database Inventory of Carbon and Energy (ICE) V3.0. Recuperato da https://circularecology.com/embodied-carbon-footprint-database.html

Composite Panel Association (CPA). (2016). Dichiarazione ambientale del prodotto - Pannello rigido nordamericano. Recuperato da https://www.awc.org/pdf/greenbuilding/epd/AWC-EPD-Hardboard-1608.pdf

Composite Panel Association (CPA). (2018a). Dichiarazione ambientale del prodotto - Fibra di legno a media densità nordamericana. Ambiente UL. Recuperato da https://www.awc.org/pdf/greenbuilding/epd/AWC-EPD-MDF-190501.pdf

Composite Panel Association (CPA). (2018b). Dichiarazione ambientale del prodotto - Truciolare nordamericano. Ambiente UL. Recuperato da https://www.awc.org/pdf/greenbuilding/epd/AWC-EPD-Particleboard-1902.pdf

Istituto per l'acciaio per cemento armato (CRSI). (2017). Dichiarazione ambientale del prodotto - Rinforzo in acciaio fabbricato. ASTM International. Recuperato da https://www.crsi.org/cfcs/cmsIT/baseComponents/fileManagerProxy.cfc?method=GetFile&fileID=83406608-EB89-B478-754D2D0CDBC4D12A

DSM, (2011). Studio sull'impronta di carbonio per rivestimenti industriali applicati su un substrato metallico. Recuperato da https://www.dsm.com/content/dam/dsm/furniture/en_US/documents/20.-dsm-carbon-footprint-%20-disclaimer.pdf

EPS Industry Alliance (EPS-IA). (2017). Dichiarazione ambientale di prodotto – Isolamento in EPS. UL Ambiente. Estratto da https://epsindustry.org/sites/default/files/EPS Insulation EPD.pdf

Associazione Gesso (GA). (2021). Un EPD a livello di settore per pannelli in gesso opaco. ASTM. Recuperato da https://www.astm.org/CERTIFICATION/DOCS/648.EPD_for_Glass_Mat_Gypsum_Boards.pdf

Gypsum Association (GA). (2020). EPD medio del settore per cartongesso convenzionale di tipo X da 5/8 ". NSF. Recuperato da https://gypsum.org/download/14311/

Istituto internazionale dell'alluminio (IAI), (2021). Mondo Alluminio.  https://www.world-aluminium.org/

Associazione delle costruzioni metalliche (MCA). (2020a). Dichiarazione ambientale di prodotto – Pannelli metallici coibentati Sistemi di pannelli per pareti e tetti. UL Ambiente. Recuperato da https://www.metalconstruction.org/EPDs

Associazione delle costruzioni metalliche (MCA). (2020b). Dichiarazione ambientale di prodotto – Rivestimento in alluminio e acciaio profilato in rotolo. UL Ambiente. Recuperato da https://www.metalconstruction.org/EPDs

National Glass Association (NGA). (2019). Dichiarazione ambientale di prodotto - Vetro piano. ASTM International. Recuperato da https://www.glass.org/sites/default/files/2019-12/NGA_EPD_2019_12_16_signed.pdf

National Ready Mixed Concrete Association (NRMCA). (2019). EPD media del settore membro NRMCA per calcestruzzo preconfezionato. NSF. Recuperato da https://www.nrmca.org/wp-content/uploads/2020/02/EPD10080.pdf

National Ready Mixed Concrete Association (NRMCA). (2020). Appendice D: Rapporto di benchmark LCA nazionale e regionale del membro NRMCA (media del settore) - Versione 3. Athena Sustainable Materials Institute. Recuperato da https://www.nrmca.org/wp-content/uploads/2020/10/NRMCA_REGIONAL_BENCHMARK_April2020.pdf

Associazione dei produttori di isolamento nordamericano (NAIMA). (2018a). Dichiarazione ambientale di prodotto – Pannello ad alta densità di lana minerale. UL Ambiente. Estratto da https://spot.ul.com/main-app/products/detail/5ad1ea7255b0e82d946a4dae?page_type=Products Catalog

Associazione dei produttori di isolamento nordamericano (NAIMA). (2018b). Dichiarazione ambientale di prodotto – Pannello di densità leggera in lana minerale. UL Ambiente. Estratto da https://spot.ul.com/main-app/products/detail/5ad1ea7255b0e82d946a4dad?page_type=Products Catalog

Associazione dei produttori di isolamento nordamericano (NAIMA). (2018c). Dichiarazione ambientale di prodotto – Imbottitura sfusa in lana minerale. UL Ambiente. Estratto da https://spot.ul.com/main-app/products/detail/5ad1ea7255b0e82d946a4dac?page_type=Products Catalog

NSF International. (2014). Regola di categoria di prodotto per le dichiarazioni ambientali di prodotto GANA PCR per vetro piano. Recuperato da https://d2evkimvhatqav.cloudfront.net/documents/GANA_Flat_Glass_PCR.pdf

Associazione dei produttori di isolanti in poliisocianurato (PIMA). (2020a). Dichiarazione ambientale del prodotto – Pannelli di copertura del tetto ad alta densità Polyiso. NSF. Recuperato da https://www.polyiso.org/page/EPDs

Associazione dei produttori di isolanti in poliisocianurato (PIMA). (2020b). Dichiarazione ambientale di prodotto – Pannelli isolanti per tetti Polyiso. NSF. Recuperato da https://www.polyiso.org/page/EPDs

Associazione dei produttori di isolanti in poliisocianurato (PIMA). (2020c). Dichiarazione ambientale del prodotto – Pannelli isolanti per pareti Polyiso. NSF. Recuperato da https://www.polyiso.org/page/EPDs

Ufficio per l'esportazione del legno del Quebec (QWEB). (2019). Dichiarazione ambientale di prodotto con capriate prefabbricate in legno chiaro. Gruppo CSA. Recuperato da http://www.quebecwoodexport.com/images/stories/pdf/QWEB_EPD_RoofTruss.pdf

Resilient Floor Covering Institute (RFCI). (2019a). Dichiarazione ambientale del prodotto a livello di settore - Pavimenti vinilici eterogenei. Ambiente UL. Recuperato da https://rfci.com/wp-content/uploads/2019/01/101.1_RFCI_EPD_Heterogeneous-Vinyl-Flooring.pdf

Resilient Floor Covering Institute (RFCI). (2019b). Dichiarazione ambientale del prodotto a livello di settore - Pavimenti in vinile omogenei. Ambiente UL. Recuperato da https://rfci.com/wp-content/uploads/2019/01/102.1_RFCI_EPD_Homogeneous-Vinyl-Flooring.pdf

Resilient Floor Covering Institute (RFCI). (2019c). Dichiarazione ambientale del prodotto a livello di settore - Pavimento rigido. Ambiente UL. Recuperato da https://rfci.com/wp-content/uploads/2019/01/103.1_RFCI_EPD_Rigid-Core-Flooring.pdf

Resilient Floor Covering Institute (RFCI). (2019d). Dichiarazione ambientale del prodotto a livello di settore - Pavimenti in gomma. Ambiente UL. Recuperato da https://rfci.com/wp-content/uploads/2019/01/104.1_RFCI_EPD_Rubber-Flooring.pdf

Resilient Floor Covering Institute (RFCI). (2019e). Dichiarazione ambientale del prodotto a livello di settore - Piastrella di composizione vinilica. Ambiente UL. Recuperato da https://rfci.com/wp-content/uploads/2019/01/105.1_RFCI_EPD_Vinyl-Composition-Tile.pdf

Resilient Floor Covering Institute (RFCI). (2019f). Dichiarazione ambientale del prodotto a livello di settore - Piastrelle in vinile. Ambiente UL. Recuperato da https://rfci.com/wp-content/uploads/2019/01/106.1_RFCI_EPD_Vinyl-Tile.pdf

Spray poliuretanico Foam Alliance (SPFA). (2018a). Dichiarazione ambientale del prodotto - Isolamento in schiuma di poliuretano spray (HFC). ASTM International. Recuperato da https://www.astm.org/CERTIFICATION/DOCS/414.EPD_for_SPFA-EPD-20181029-HFC.pdf

Spray poliuretanico Foam Alliance (SPFA). (2018b). Dichiarazione ambientale del prodotto - Isolamento in schiuma di poliuretano spray (HFO). ASTM International. https://doi.org/10.4324/9781315270326-75

Steel Deck Institute (SDI). (2015). Dichiarazione ambientale di prodotto – Steel Deck. UL Ambiente. Recuperato da https://www.sdi.org/publications-2/epd/

Steel Joist Institute (SJI). (2015). Dichiarazione ambientale del prodotto: travetti e travetti in acciaio a nastro aperto. Ambiente UL. Recuperato da https://steeljoist.org/wp-content/uploads/SJI-EPD-2015-11-23.pdf

Istituto per il riciclaggio dell'acciaio (SRI). (2016). Dichiarazione ambientale del prodotto - Perni e cingoli in acciaio stampato a freddo a livello di settore fabbricati negli Stati Uniti e in Canada. SCS Global Services. Recuperato da https://www.scscertified.com/products/cert_pdfs/SCS-EPD-03838_SRI_CFS-Stud-Track_011916_web.pdf?r=1

Istituto dei tubi d'acciaio (STI). (2016). Dichiarazione ambientale di prodotto – Sezioni strutturali cave. UL Ambiente. Recuperato da https://steeltubeinstitute.org/wp-content/uploads/2020/05/101.1_STI_EPD_hollow-sections.pdf

Ambiente UL. (2016). Linee guida PCR (Product Category Rule) per prodotti e servizi correlati all'edilizia Parte B: Requisiti EPD per vetro lavorato.

Download

Il CLF si impegna ad aggiornare le Linee di Base dei Materiali almeno una volta all'anno. Le versioni precedenti sono disponibili qui per aiutare gli utenti a tenere traccia della cronologia della metodologia, delle categorie e delle origini dati secondo necessità.

it_ITItalian