16 febbraio 2021

Presentazione di Meghan Lewis

Ricercatore senior, Carbon Leadership Forum, Università di Washington

Meghan Lewis

Meghan Lewis è ricercatrice senior presso il Carbon Leadership Forum, dove guida la ricerca sull'approvvigionamento di materiali a basse emissioni di carbonio e su come la politica del carbonio incorporata, pubblica e privata, può supportare la rapida decarbonizzazione dei materiali da costruzione e delle costruzioni. Prima di entrare a far parte del CLF, Meghan è stata Head of Global Energy & Sustainability presso WeWork, dove ha anche lanciato il programma Supply Chain Sustainability nel 2018. Meghan ha ottenuto la licenza di architettura mentre esercitava a Mithun, dove ha lavorato su una serie di tipi di progetti e ha guidato gli sforzi interni per integrare l'LCA e la selezione di materiali a basse emissioni di carbonio nel processo di progettazione.

di Meghan Lewis

Sono stato introdotto per la prima volta alla valutazione del ciclo di vita mentre studiavo architettura presso l '"altra" Washington University (a St. Louis). Un seminario autunnale sulla decodifica di materiali sostenibili è diventato la porta d'accesso a una passione per tutta la vita per lo studio di materiali e catene di approvvigionamento sostenibili. A differenza degli studi di design, dove eravamo per lo più lasciati ad applicare materiali come la pittura in un rendering, il seminario ci ha incoraggiato a immergerci nella lista apparentemente infinita di criteri per valutare la sostenibilità di un materiale. Ho scoperto che la ricerca sui materiali ha fatto appello non solo al mio amore per il pensiero sistemico complesso, ma anche al mio amore per i viaggi: un singolo materiale può connetterci simultaneamente con centinaia di anni di storia e migliaia di lavoratori provenienti da città o interi paesi che potremmo non visitare mai.

Il seminario si è trasformato in un anno di ricerca dopo la laurea che ha analizzato i criteri alla base del panorama in rapida espansione degli standard di sostenibilità dei materiali e dei marchi di qualità ecologica. Entro sei mesi dalla laurea, avevo letto abbastanza NSF, ASHRAE e altri standard per durare una vita, ma ho anche avuto la possibilità di intervistare architetti, costruttori e produttori che stavano lottando per navigare in quello che sentivano essere un mondo di compromessi quando si tratta di approvvigionamento di materiale. Gli ingredienti tossici sono peggiori della deforestazione? È meglio avere prodotti riciclati o biodegradabili? Come confrontare l'efficienza idrica con l'energia consumata per creare un prodotto?

Meghan LewisOggi spingerei a risolvere entrambi, piuttosto che perdere tempo a scegliere tra due mali. Ma a quel tempo, ero affamato di una struttura per valutare questi criteri complessi, apparentemente incomparabili ma interconnessi. Sebbene non possa in alcun modo rispondere a tutte le domande, la valutazione del ciclo di vita mi ha entusiasmato come una struttura abbastanza olistica da comprendere la reale ampiezza di un prodotto o l'impatto di un edificio.

Alla scuola di specializzazione, ho avuto la possibilità di scavare più a fondo e mi sono imbattuto nel Life Cycle Assessment di Kate mentre completavo la mia tesi sull'utilizzo della valutazione del ciclo di vita dell'intero edificio per valutare l'impatto del riutilizzo adattivo. Dopo la laurea, sono stato felice di scoprire che il mio nuovo datore di lavoro era già uno sponsor del Carbon Leadership Forum. Mithun aveva sfidato il mondo della valutazione del ciclo di vita durante lo sviluppo dello strumento Build Carbon Neutral e altri progetti passati, e ho trovato un pubblico ricettivo al mio desiderio ansioso di sviluppare alcune delle prime valutazioni del ciclo di vita dell'intero edificio dell'azienda in Tally.

Il mio apprezzamento per le sfide e le opportunità dello sviluppo delle politiche è iniziato sul serio quando nel 2018 sono entrato a far parte del nascente team di sostenibilità globale di WeWork per lanciare il loro programma di sostenibilità della catena di fornitura. Con centinaia di progetti che si verificano contemporaneamente in tutto il mondo, il design sostenibile non poteva essere guidato da un esperto sulla base del progetto: l'azione richiedeva lo sviluppo di politiche e impegni ponderati a livello aziendale che potevano essere spiegati ed eseguiti con una formazione minima. Ho anche visto il vero effetto a catena della leadership politica da luoghi come la California e la Francia, le cui politiche spesso fissano l'asticella "bassa" per aziende e produttori per tutti gli Stati Uniti o l'Europa e hanno contribuito a comunicare la necessità di agire a diversi stakeholder.

Ho avuto la fortuna di assumere molti ruoli durante la mia carriera che mi hanno portato in parti molto diverse del settore edile. La passione e il talento che ho trovato in ciascuno di questi spazi mi ha ispirato e mi ha dato un enorme ottimismo per il futuro. Tuttavia, in ogni contesto, ho riscontrato un sapore diverso dello stesso dito puntato: architetti che affermano che incorporerebbero la sostenibilità se solo i proprietari lo chiedessero, aziende che affermano che acquisterebbero prodotti sostenibili se solo i produttori li realizzassero, e il costante astenersi da ogni angolo che semplicemente non ci sono dati sufficienti.

Abbiamo molti limiti e il 2020 lo ha sicuramente fatto sentire più che mai. Ma abbiamo anche così tanto che possiamo già fare. Concentrarsi sui blocchi stradali può distrarci dal celebrare e agire in base alle soluzioni già disponibili. Sono enormemente orgoglioso di far parte di un'organizzazione e di una rete unificata dalla sua missione di cercare il percorso attorno a ogni ostacolo per trovare opportunità e soluzioni in ogni angolo del settore edile. Piuttosto che cercare la risposta a quale criterio o obiettivo è più importante, posso cercare soluzioni a una domanda molto più interessante: cosa possiamo fare per andare avanti collettivamente per raggiungere tutti i nostri obiettivi?

Connettiti con Meghan su LinkedIn

Funzionalità più recenti

Cambiare il mondo una città alla volta

Gli hub regionali CLF fioriscono a Philadelphia, Phoenix, Minnesota, Seattle, Boston, Austin, Atlanta, Ottawa, Chicago, Los Angeles, Portland, San Francisco,...

Sei mesi nell'impegno SEI SE 2050

Gli ingegneri strutturali si combinano per condividere apprendimento, risorse e obiettivi ambiziosi di decarbonizzazione di Chris Jeseritz Chris Jeseritz è un project manager ...

Presentazione di Stephanie Carlisle

Ricercatore senior, Carbon Leadership Forum, Università di Washington Stephanie Carlisle è un architetto e ricercatore ambientale il cui lavoro ...

Presentazione di Monica Huang

Ingegnere di ricerca, Carbon Leadership Forum, Università di Washington Monica Huang è un ingegnere di ricerca con esperienza nel ciclo di vita ambientale ... (-)

Presentazione di Andrew Himes

Direttore di Impatto collettivo, Carbon Leadership Forum, Università di Washington Andrew Himes è direttore delle iniziative di impatto collettivo per ridurre...

Renee Cheng: Change Agency, Value Change

Tra la pandemia, il crollo economico e le proteste per la giustizia sociale attende una collisione che rivelerà nuove domande per la professione di design, scrive ...

Decarbonizzazione ed equità sociale

Gestione ambientale e responsabilità sociale: possiamo fare tutto di Donald I. King FAIA Eco-consapevolezza e vendita di design verde per ...

Presentazione di Anthony Hickling

Amministratore delegato, Carbon Leadership Forum, Università di Washington Anthony Hickling ha esperienza nella sostenibilità ambientale e sociale come ...

La nostra missione è la trasformazione

di Kate Simonen Direttore fondatore del Carbon Leadership Forum Stiamo vivendo un momento straordinario della storia umana, come se il 1918 ...

L'iniziativa Nehemiah

Costruire una comunità amata mentre si lavora alla decarbonizzazione degli edifici di Mark Jones con Andrew Himes Il distretto centrale è un quartiere storicamente nero ...

it_ITItalian