Back to News and Features

February 28, 2020

Science Friday: come il mondo dei materiali da costruzione sta rispondendo ai cambiamenti climatici

In order to slow a warming planet, nearly every industry will be forced to adapt: airlines, fashion, and even the unglamorous and often overlooked building materials sector.

Proprio come il movimento dalla fattoria alla tavola, i consumatori pensano sempre più alla provenienza delle materie prime per le loro case e città e al loro impatto sui cambiamenti climatici. E in risposta a questa preoccupazione, il settore dei materiali propone un'opzione di menu insolita: il legno.

"Legno di massa" è la parola d'ordine in questi giorni nel mondo dei materiali da costruzione sostenibili. Gli architetti ne vanno pazzi, gli ingegneri ne lodano le eccellenti proprietà strutturali e persino i gestori forestali sono a favore del suo utilizzo.

T3 Minneapolis - Installazione Timelapse a partire dal StructureCraft sopra Vimeo.Un timelapse della costruzione dell'edificio per uffici T3 a Minneapolis, il primo edificio in legno massiccio negli Stati Uniti Credito: StructureCraft

Ovviamente abbattere alberi a frenare le emissioni di carbonio all'inizio sembrano controintuitive. E ci sono scettici che dubitano che il legno sia abbastanza resistente per costruire futuri grattacieli cittadini.

Frank Lowenstein, Chief Conservation Officer della New England Forestry Foundation e Casey Malmquist, fondatore e CEO della società di legname SmartLam North America, si uniscono a Ira per spiegare perché l'hype sul potenziale del legname di massa per mitigare il cambiamento climatico è il vero affare.

E con l'aumentare della popolarità del legname di massa sostenibile, le grandi industrie che emettono carbonio come l'acciaio e il cemento stanno subendo pressioni per affrontare il loro ruolo nella crisi climatica. Un'azienda siderurgica svedese mira a rendere il suo prodotto a emissioni zero entro il 2026 sostituendo il carbone con l'idrogeno nel processo di produzione dell'acciaio. E altri ricercatori sperano di rendere il calcestruzzo più sostenibile utilizzando ingredienti che intrappolerebbero effettivamente il carbonio all'interno del materiale.

Abbiamo sentito Martin Pei, Chief Technology Officer della società siderurgica europea SSAB, e Jeremy Gregory, Direttore del Concrete Sustainability Hub al MIT, di come il settore dei materiali da costruzione tradizionali sta diventando verde.

Inoltre, l'architetto e ingegnere strutturale Kate Simonen dell'Università di Washington parla della necessità di materiali da costruzione più sostenibili per costruire case per una stima 2,3 miliardi di persone in più entro il 2050.

La conduttrice di Science Friday Ira Flatow intervista Kate Simonen di CLF, più Martin Pei, Chief Technology Officer dell'azienda siderurgica europea SSAB, e Jeremy Gregory, Direttore del Concrete Sustainability Hub al MIT, su come il tradizionale settore dei materiali da costruzione sta diventando verde.

Latest News Stories

Whole-life Carbon, the Key to a Zero Emission Building

by Yang Shen Research engineer for the Life Cycle Lab at the University of Washington and a Research Affiliate for CLF...

Carbon Leadership Forum Launches as Independent Nonprofit Organization

Press Release: Important CLF Transition Announced  Decarbonizing buildings and infrastructure is one of our...

CLF Unveils Groundbreaking Research on Building Material Life Cycles

The Carbon Leadership Forum (CLF) has published a pivotal research document titled "End of Life Modeling and Data in...

Introducing Karisha Shahnaz Hariadi

Research Assistant, UW​Karisha is a research assistant at the University of Washington (UW). She is currently pursuing...