Caratteristica:

Impatto sui soci, aprile 2020

Cosa state facendo tu e la tua azienda per ridurre le emissioni di carbonio incarnate?

Katie Ross

Responsabile globale per la sostenibilità di immobili e strutture, Microsoft

Katie Ross, Microsoft

Il consenso scientifico è chiaro. Il mondo deve affrontare un problema urgente di carbonio. Mentre il mondo dovrà raggiungere lo zero netto, quelli di noi che possono permettersi di muoversi più velocemente e andare oltre dovrebbero farlo. Ecco perché abbiamo recentemente annunciato un obiettivo ambizioso e un nuovo piano per ridurre e infine rimuovere l'impronta di carbonio di Microsoft. Entro il 2030 Microsoft sarà carbon negative e entro il 2050 rimuoverà dall'ambiente tutto il carbonio che l'azienda ha emesso direttamente o tramite consumo elettrico sin dalla sua fondazione nel 1975. Questo impegno sarà raggiunto in parte riducendo le nostre emissioni di carbonio di più della metà entro il 2030 lungo l'intera catena di fornitura e del valore. Ci concentriamo sul carbonio incarnato nei nostri progetti immobiliari da oltre un anno, fissando obiettivi di riduzione per il nostro progetto di modernizzazione del campus per il carbonio incarnato e sfruttando lo strumento EC3 per permetterci di prendere decisioni basate sui dati.

William Paddock

Amministratore delegato, WAP Sustainability
Nuovo membro del consiglio di amministrazione di CLF nel gennaio 2020

William Paddock, WAP Sostenibilità

Quasi 15 anni fa, sono stato introdotto alla pratica del Life Cycle Assessment (LCA) su un progetto che confrontava pollo, manzo e pesce negli alimenti per animali domestici. Sono stato immediatamente attratto dalla complessità e dalle sfide del processo decisionale incentrato sulla sostenibilità. Il mio subconscio ambientale è stato illuminato e mi sono trovato stimolato ad aiutare a trovare modi per risolvere le sfide ambientali e climatiche con dati più scientifici e meno emotivi.

Negli ultimi 15 anni dopo, ho avuto la fortuna di ricoprire un ruolo in cui sono in grado di aiutare le aziende a comprendere l'impronta di carbonio delle loro operazioni e, soprattutto, dei loro prodotti. Ho avuto molti successi e insuccessi nel convincere le aziende sull'importanza di prodotti e operazioni a basse emissioni di carbonio. Ma con ogni fallimento, ho imparato nuovi approcci, ritirato i cattivi approcci, imparato nuovi suggerimenti e trucchi e alla fine sono diventato un sostenitore più efficace dell'economia a basse emissioni di carbonio.

Le opportunità che abbiamo di fronte per progettare un futuro a basse emissioni di carbonio sono una sfida ad alto rischio / alta ricompensa. In qualità di pragmatico e teorico del clima, ritengo che il nostro scrigno di guerra sia pieno di soluzioni che devono essere condivise, ridimensionate e istituzionalizzate per scalare l'adozione di pratiche a basse emissioni di carbonio. Ho visto in prima persona l'importanza di creare meccanismi che stabiliscano la responsabilità dell'impatto. Il Carbon Leadership Forum ha organizzato una comunità di esperti appassionati ed esperti di basse emissioni di carbonio per affrontare il carbonio incorporato, una delle fonti di emissioni di carbonio più sconosciute del pianeta. In qualità di membro del consiglio di amministrazione di CLF, il successo sta guidando l'adozione e la responsabilità della contabilità del carbonio incorporata lungo l'intera catena del valore della sostenibilità.
In qualità di co-proprietario di WAP Sustainability, una società di consulenza che aiuta i produttori con la valutazione del ciclo di vita (LCA) e le dichiarazioni ambientali di prodotto (EPD), l'opportunità di aiutare l'adozione su larga scala della gestione del carbonio incorporato nell'ambiente costruito era un'opportunità che non poteva essere perse! Abbiamo solo così tante possibilità per farlo bene e voglio prestare le mie esperienze, i miei successi e i miei fallimenti al Carbon Leadership Forum per assicurarci che abbiamo solo bisogno di una possibilità.

Steph Carlisle

Nota: in questo momento è stato pubblicato questo articolo, Steph era Principal e Researcher, Kieran Timberlake. Ha servito sul Il consiglio di amministrazione di CLF a partire da gennaio 2020, poi è stato assunto da CLF come ricercatore senior nell'ottobre 2020.

Steph Carlisle, Kieren Timberlake

Negli ultimi dieci anni, ho condotto LCA su progetti reali e costruiti, sviluppando strumenti e app LCA e formando architetti e ingegneri sulla pratica LCA. Nel mio ruolo nel team di sviluppo di Tally, dallo sviluppo dei primi modelli proof-of-concept attraverso il beta-testing e la commercializzazione, sono stato in grado di sviluppare relazioni con una vasta gamma di professionisti del design, clienti, produttori e altri sviluppatori di strumenti. Recentemente, ho iniziato a insegnare corsi sul carbonio incarnato e LCA nella scuola di specializzazione in architettura dell'Università della Pennsylvania.

Il CLF è da molti anni al centro della mia comunità sul carbonio. Ho tratto enormi benefici da questa rete e non vedo l'ora di restituire a questa straordinaria organizzazione. Mentre prendo parte al consiglio, sono interessato ad aiutare a far crescere i membri del CLF, a partecipare direttamente agli sforzi di ricerca e a promuovere il lavoro educativo / di comunicazione attraverso presentazioni o attraverso la scrittura. Sono anche molto entusiasta della recente iniziativa di incubazione volta ad aiutare a sviluppare e socializzare nuovi strumenti LCA. Penso che le mie esperienze lavorative su Tally nel corso degli anni - sia per i suoi successi che per i suoi difetti - abbiano fornito alcune preziose informazioni sul processo di sviluppo degli strumenti e sulle sfide che pone agli architetti che cercano di sviluppare strumenti all'interno delle proprie aziende o lavorano in modo collaborativo in un ambiente più aperto -modello sorgente.

Eden Brukman

Coordinatore senior della bioedilizia, dipartimento dell'ambiente di SF
Nuovo membro del consiglio di amministrazione di CLF nel gennaio 2020

Ho lavorato per più di due decenni per riformare l'ecosistema dei materiali da costruzione e ho incluso considerazioni per il carbonio incorporato negli ultimi 15 anni. I risultati di questi sforzi includono lo sviluppo e il progresso degli standard globali di reporting dei prodotti e la creazione di sistemi di classificazione. Attualmente, sto esplorando il potenziale della politica come leva per tenere conto e ridurre il carbonio incorporato durante il ciclo di vita dell'edificio.

Fin dai suoi primi giorni, ho fatto affidamento sull'esperienza del Carbon Leadership Forum per aiutare a guidare la mia comprensione del carbonio incarnato e le possibilità di responsabilità in tutto il settore edile. Il CLF continua ad essere il punto di riferimento sull'argomento per le parti interessate in tutto il mondo. In qualità di membro del consiglio, spero di continuare a imparare dalla fiducia del cervello e anche di contribuire con approfondimenti che aiutano l'organizzazione a mantenere il suo rigore e integrità, nonché a promuovere la consapevolezza del carbonio incorporato come metrica critica per gli impatti antropogenici.

it_ITItalian