Caratteristica:

Impatto sui soci, maggio 2020

Cosa state facendo tu e la tua azienda per ridurre le emissioni di carbonio incarnate?

Miya Kitahara

Program Manager, StopWaste

Miya Kitahara

Miya Kitahara

Il mio lavoro più stimolante in StopWaste consiste nel rendere visibile il nesso tra clima e materiali. Sono stato un forte sostenitore della scoperta di questo punto cieco di carbonio tra i governi locali attraverso l'inclusione di inventari delle emissioni basati sul consumo nei loro piani d'azione per il clima. E tra il carbonio incarnato di tutti i materiali che fluiscono in una comunità, l'ambiente costruito è quello in cui i governi hanno la maggiore influenza e potenziale impatto. Si può fare così tanto attraverso l'efficienza dei materiali, il riutilizzo e la circolarità, che si allineano perfettamente con la missione della nostra agenzia. L'anno scorso, abbiamo aiutato la contea di Marin a sviluppare il codice del calcestruzzo a basse emissioni di carbonio con i finanziamenti del distretto di gestione della qualità dell'aria della Bay Area. Abbiamo anche creato un gioco da tavolo che simula la pianificazione urbana e la definizione delle politiche che rivela gli impatti di carbonio sia operativi che incorporati della costruzione della comunità. Ora stiamo sostenendo l'idea di edifici per lo stoccaggio del carbonio con Arup e la California Straw Building Association, e siamo entusiasti di essere attivi nell'hub della CLF Bay Area per promuovere le politiche locali e le migliori pratiche nella regione. Il mio obiettivo è facilitare la gestione responsabile dei materiali nell'era della crisi climatica.

Wil Srubar

Co-presidente di Carbon Leadership Forum Network (ex Embodied Carbon Network)
Direttore del Living Materials Laboratory, University of Colorado Boulder
Direttore dei materiali avanzati, Katerra

Wil Srubar

Wil Srubar

A Katerra, Ricopro il ruolo di Direttore dei materiali avanzati e guido le iniziative di ricerca e sviluppo relative a cemento, calcestruzzo e altre tecnologie di materiali inorganici a basse emissioni di carbonio. Il mio team ha recentemente lanciato una tabella di marcia per il calcestruzzo a zero emissioni di carbonio, che include un benchmark aggressivo del carbonio e uno sforzo di riduzione relativo al calcestruzzo preconfezionato. Siamo lieti di annunciare che stiamo raggiungendo il nostro obiettivo di ridurre il carbonio incorporato nel calcestruzzo di > 35% rispetto ai benchmark regionali NRMCA pubblicati. Siamo anche sulla buona strada per fare passi da gigante nello sviluppo di calcestruzzo alternativo a basso costo con i nostri fornitori di miscele preconfezionate e partner di ricerca. Inoltre, abbiamo sviluppato la piattaforma Katerra Environmental Intelligence (KEI), una piattaforma software automatizzata basata sui dati che tiene traccia delle prestazioni ambientali del ciclo di vita end-to-end dei nostri progetti di costruzione. Insieme, con il Carbon Leadership Forum (CLF), abbiamo recentemente pubblicato un intero edificio LCA del Catalyst Building—Il nostro primo edificio in legno massiccio costruito con CLT prodotto da Katerra a Spokane. Nel rapporto, dimostriamo che lo stoccaggio di carbonio biogenico del legname di massa ha quasi compensato tutte le emissioni di carbonio iniziali del Catalyst Building.

All'Università del Colorado Boulder, sono un professore di ingegneria architettonica e scienza dei materiali, e dirigo il Laboratorio di materiali viventi. La nostra ricerca integra la biologia con la chimica dei polimeri e del cemento per creare materiali biomimetici e viventi per l'ambiente costruito. Ci concentriamo su materiali a emissioni zero e che immagazzinano carbonio da cellulosa, canapa, cementi alternativi, cianobatteri e alghe. Siamo stati fortunati ad avere la nostra ricerca sui materiali viventi ingegnerizzata "biobrick" evidenziata dal New York Times all'inizio di quest'anno, e recentemente ho scritto un pezzo per La conversazione che mette in mostra i progressi nel potenziale degli organismi viventi per progettare e "far crescere" gli edifici a basse emissioni di carbonio del futuro. In notizie più recenti, Prometheus Materials, una nuova società start-up con sede a Boulder, in Colorado, porterà sul mercato molte delle tecnologie dei materiali di stoccaggio del carbonio progettate nel mio laboratorio. Rimanete sintonizzati!

Meghan Lewis

Chair of Buildings Focus Group, Carbon Leadership Forum Network (ex Embodied Carbon Network)
Responsabile della sostenibilità della catena di fornitura, WeWork

Meghan Lewis

Meghan Lewis

Sono stato introdotto per la prima volta al carbonio incarnato e all'LCA dieci anni fa, come ricercatore su una concessione di standard e certificazioni di sostenibilità dei materiali da costruzione. Cinque anni dopo, ho iniziato a utilizzare per la prima volta gli strumenti LCA dell'intero edificio per misurare e, in ultima analisi, informare le decisioni di progettazione e selezione dei materiali alla scala dell'edificio. In WeWork, ora ho il piacere di considerare la sfida del carbonio incorporato alla scala, non di un singolo edificio o materiale, ma di un intero portafoglio. Lavoro con i leader di tutta l'azienda per definire standard operativi e di progettazione interni che riducano il carbonio incorporato, cercando anche soluzioni scalabili per la contabilità del carbonio incorporata nel portafoglio per comunicare i nostri progressi e l'impatto. Questi sforzi sono un primo passo necessario per portare il carbonio incorporato nella conversazione globale sugli impegni di neutralità del carbonio, che, con poche eccezioni, considerano solo l'uso di energia operativa dagli edifici. Spero che tra cinque anni incarnato Gli impegni di neutralità del carbonio da parte delle grandi aziende saranno all'ordine del giorno e saranno riportati insieme ai dati sull'energia e sui consumi nei rapporti pubblici.

Ogni anno acquisiamo nuovi strumenti che consentono all'industria edile di comunicare e ritenersi responsabili dell'enorme impatto che il carbonio incarnato ha sul clima e sulla comunità globale. In WeWork, poiché i nostri spazi sono generalmente progetti di miglioramento degli inquilini e MEP piuttosto che nuove costruzioni, spesso ci troviamo a spingere il limite di quali dati e risorse sono disponibili. In questa fase, e in ogni fase del mio viaggio verso la comprensione e l'azione per ridurre il carbonio incarnato, il Carbon Leadership Forum è stato una fonte costante di guida, collaborazione di pensiero e risorse. La straordinaria comunità riunita dal CLF mi rende ottimista sul fatto che possiamo e affronteremo questa sfida insieme!

Anthony Pak

Anthony Pak

Anthony Pak

Principal presso Priopta & Founder of CLF Vancouver
10 anni fa, mi sono trasferito in Norvegia per conseguire la laurea magistrale in ecologia industriale, dove ho imparato a conoscere la valutazione del ciclo di vita (LCA) da alcuni professori straordinari, alcuni dei quali erano autori principali dell'IPCC. Avanti veloce fino al 2018, quando ho orientato la mia azienda Priopta per concentrarsi esclusivamente sulla consulenza Whole Building Life Cycle Assessment (LCA). A quel tempo, non era chiaro se ci sarebbe stato abbastanza lavoro LCA per realizzare un'attività finanziariamente redditizia. Tuttavia, sentivo fortemente che l'industria aveva bisogno di affrontare il carbonio incorporato e che l'LCA avrebbe dovuto diventare una pratica standard. Da allora, sono rimasto sbalordito dall'interesse e dallo slancio che questo argomento del carbonio incarnato ha guadagnato, in gran parte grazie a tutto l'ottimo lavoro svolto dalle molte persone nel Carbon Leadership Forum / Embodied Carbon Network.

Uno dei problemi che ho notato nel modo in cui l'LCA veniva tipicamente utilizzato nei progetti era che era stato fatto troppo tardi nel processo di progettazione per influenzare in modo significativo le prime decisioni di progettazione per ridurre il carbonio incorporato. Ho deciso di concentrarmi sullo sviluppo di uno strumento di visualizzazione dei dati LCA parametrico, che potrebbe essere personalizzato per ogni progetto e utilizzato come parte del nostro lavoro di consulenza per aiutare i team di progettazione a comprendere e confrontare molte diverse opzioni di progettazione dei materiali per ogni elemento dell'edificio (fondamenta, pavimenti , pareti, tetti, ecc.). Riconoscendo l'importanza di promuovere la consapevolezza sul carbonio incarnato, mi sono anche immerso nelle ricerche e nei rapporti più recenti, compilando tutte le migliori fonti di informazioni che potevo trovare in una presentazione avvincente che avrei dato a eventi del settore, conferenze e pranzo e impara a primarie aziende di design.

Un anno fa, ho anche avviato il primo capitolo locale di Embodied Carbon Network a Vancouver (che si è evoluto nel nuovo Carbon Leadership Forum Vancouver). Sebbene amassi le discussioni online che si stavano svolgendo sulle bacheche di ECN Basecamp, sentivo la necessità di espandere questa conversazione attraverso eventi di persona per coinvolgere i professionisti del settore locale. In qualità di ex organizzatore di TEDx in Norvegia, sapevo quanto fossero impattanti gli eventi dal vivo di persona. Dal nostro primo evento nell'aprile 2019, il nostro team di volontari ha organizzato 9 eventi e creato una vivace comunità di oltre 300 professionisti del settore locale. La trazione che abbiamo costruito a livello locale ha ispirato i leader di molte altre città ad avviare anche capitoli locali. Ora, abbiamo più di 15 città in tutto il mondo che hanno iniziato o hanno mostrato interesse ad avviare capitoli locali! Sono molto entusiasta di supportare la crescita di questi capitoli / hub locali attraverso il mio nuovo ruolo di direttore degli hub regionali per il Nord America occidentale, l'Australia e l'Asia.

it_ITItalian