Impostare 23, 2019

Skanska USA concepisce una soluzione per il calcolo del carbonio incorporato nei materiali da costruzione, annuncia la transizione allo strumento open-source

comunicato stampa

Uno strumento rivoluzionario calcola le emissioni di carbonio incorporate nei materiali da costruzione, democratizzando i dati e fornendo trasparenza nel perseguimento degli aggressivi obiettivi globali di riduzione del carbonio dell'Accordo sul clima di Parigi
NEW YORK - Skanska USA, insieme al Carbon Leadership Forum e ai partner dell'industria, ha annunciato oggi la creazione dello strumento Embodied Carbon in Construction Calculator ("EC3"), una soluzione innovativa per il calcolo e la valutazione delle emissioni di carbonio incorporate in un ampio gamma di materiali da costruzione. Lo strumento EC3, inizialmente concepito da Skanska e sviluppato con C Change Labs, è stato finanziato congiuntamente da Skanska e Microsoft, che hanno stabilito che una soluzione collaborativa e open source era il percorso ottimale per massimizzare l'impatto di questo strumento rivoluzionario in ridurre le emissioni globali di carbonio.

La sfida del carbonio incarnata nell'ambiente costruito

Due trilioni di piedi quadrati di edifici saranno costruiti o subiranno una ristrutturazione significativa tra il 2015 e il 2050 in tutto il mondo, secondo l'architettura indipendente no-profit 2030. Nel ciclo di vita medio di 30 anni di un nuovo edificio completato nel 2019, circa la metà se il suo carbonio proverrà dal carbonio incorporato o dalle emissioni associate alla costruzione di edifici, inclusi l'estrazione, il trasporto e la produzione di materiali. Considerando che si stima che i materiali utilizzati per la costruzione consumino il 75% di tutti i nuovi materiali ogni anno in volume, è chiaro il motivo per ridurre le emissioni di carbonio incorporate nei materiali da costruzione.
La riduzione del carbonio incorporata è un imperativo per Skanska per raggiungere i suoi obiettivi di carbonio a lungo termine. Skanska è uno dei firmatari dell'Accordo sul clima di Parigi che ha stabilito riduzioni delle emissioni globali aggressive. Tuttavia, le valutazioni tradizionali delle emissioni di un edificio e dei costi del ciclo di vita si concentrano principalmente sull'efficienza energetica, o sul carbonio operativo di una struttura. Finora, a causa della mancanza di dati o dati troppo complessi da valutare, erano disponibili pochi strumenti o benchmark per facilitare la consapevolezza dell'opportunità di carbonio incorporata, ovvero ridurre l'impronta di carbonio di una struttura prima ancora che sia resa operativa.
"Potrebbe non importare quanto efficientemente gestiamo i nostri edifici nel tempo se non affrontiamo immediatamente il carbonio incarnato in cosa e come costruiamo", ha affermato Beth Heider, FAIA, Chief Sustainability Officer di Skanska USA. “Abbiamo solo poco tempo per ridurre concretamente le emissioni di carbonio come società. Con il nostro benchmarking e lo strumento EC3, comprendiamo più pienamente l'impronta delle emissioni di come e cosa costruiamo e possiamo tracciare un percorso urgente verso la sua riduzione ".

Skanska: l'iniziatore e co-creatore dello strumento EC3

L'investimento di Skanska USA nell'affrontare la sfida del carbonio incarnato è iniziato nel 2016, attraverso il suo programma interno di sovvenzioni per l'innovazione. Stacy Smedley, direttore regionale della sostenibilità per le operazioni di costruzione di Skanska con sede a Seattle, Washington, ha ricevuto finanziamenti per la ricerca e la definizione di parametri di riferimento del carbonio incorporati in collaborazione con il Carbon Leadership Forum dell'Università di Washington. Questi parametri di riferimento stabiliscono ordini di grandezza approssimativi intorno al carbonio incorporato nei materiali da costruzione e hanno verificato la sfida e l'opportunità di riduzione.
Benchmark alla mano, Skanska ha collaborato con lo sviluppatore di software C Change Labs per sviluppare una soluzione che consentirebbe all'industria edile di accedere e visualizzare facilmente i dati sulle emissioni di carbonio dei materiali, consentendo loro di fare scelte intelligenti in materia di carbonio durante le specifiche dei materiali e l'approvvigionamento. Lo sviluppo iniziale è stato finanziato congiuntamente da un secondo Skanska Innovation Grant e da Microsoft, un cliente di Skanska.
"In Skanska, siamo orgogliosi di consentire al nostro personale di affrontare questa esigenza frontalmente, come nel caso di Stacy Smedley come iniziatore dello strumento EC3 e la ricerca incessante dell'organizzazione di questa soluzione ad alta tecnologia ea basse emissioni di carbonio", ha detto Heider.
Nel 2018, Skanska e i co-creatori dello strumento EC3 hanno stabilito che una piattaforma open source era il percorso ottimale per massimizzare l'impatto di questo strumento rivoluzionario nella riduzione delle emissioni globali di carbonio. Per accelerare lo sviluppo di questa soluzione, The Carbon Leadership Forum ha e continua a incubare il progetto con una forte leadership e supporto finanziario da parte della Charles Pankow Foundation, MKA Foundation, Autodesk, Interface e più di 30 altri leader del settore.
"Fino ad ora, il settore edile non ha avuto modo di valutare la nostra catena di approvvigionamento attraverso la lente del loro impatto sul carbonio", ha affermato Smedley. "Lo strumento EC3 non solo fa leva sul modo in cui pianifichiamo e stimiamo naturalmente il nostro lavoro, ma ci consente di costruire per una società migliore, consentendo al nostro settore di ridurre la sua impronta di carbonio e creare un futuro più sostenibile".

Ridurre il carbonio senza aumentare i costi

Annunciato oggi come un progetto pilota limitato, lo strumento EC3 è un database open source di informazioni sui materiali da costruzione basato sui dati della dichiarazione ambientale di prodotto (EPD), ricercabile in base ai requisiti di prestazione dei materiali e alle specifiche di progettazione; sede del progetto; e potenziale di riscaldamento globale. Ci sono oltre 16.000 materiali nel database, inclusi cemento, acciaio e gesso.
Utilizzando lo strumento EC3, imprenditori, proprietari e progettisti possono lavorare insieme per esaminare i dati per i materiali da costruzione comuni e creare un'impronta di carbonio incorporata complessiva per un progetto. Questo nuovo metodo consente alle parti interessate dell'intero ecosistema di costruzione di comprendere il potenziale impatto ambientale di un progetto, che può portare a decisioni più informate durante tutto il processo di costruzione.
Durante il periodo pilota in corso dello strumento EC3, i progetti di sviluppo partecipanti stanno realizzando riduzioni di carbonio incorporate fino al 30 percento. Queste riduzioni delle emissioni sono ottenute senza significativi impatti finanziari aggiuntivi per le società pilota e nella maggior parte dei casi sono neutrali in termini di costi.
Visitare www.buildingtransparency.org per pre-registrarsi per il rilascio pubblico dello strumento il 19 novembre 2019, durante la Greenbuild International Conference and Expo ad Atlanta, GA. Ulteriori informazioni sullo strumento EC3 e sul Carbon Leadership Forum sono disponibili su www.carbonleadershipforum.org.

Skanska e sostenibilità

Skanska è all'avanguardia nelle pratiche di bioedilizia e lo strumento EC3 è l'ultimo passo nel nostro viaggio verso la sostenibilità.
Skanska sta attualmente sperimentando alcuni dei progetti più sostenibili al mondo, tra cui The Kendeda Building for Innovative Sustainable Design, un progetto nel campus di Atlanta del Georgia Institute of Technology che sta perseguendo la certificazione Living Building Challenge, lo standard di prestazioni comprovato più rigoroso al mondo per gli edifici . L'edificio Kendeda include un oggetto recuperato per ogni 500 metri quadrati di edificio GSF e genererà almeno il 105% dell'energia che utilizza. Skanska ha partecipato alla costruzione di più edifici certificati Living Building di qualsiasi altro appaltatore.
Skanska ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti per la sostenibilità da numerose organizzazioni, tra cui il Global Real Estate Sustainability Benchmark, che ha assegnato all'azienda una designazione di alto livello negli ultimi due anni. Nel 2019, Fortune ha inserito Skanska nella sua lista annuale "Change the World", citando il lavoro dell'azienda a sostegno di "rigorosi standard di sostenibilità ambientale enunciati nell'accordo sul clima dell'accordo di Parigi".
 
Per favore visita usa.skanska.com/sustainability per ulteriori informazioni sull'eredità di Skanska USA e sui continui progressi nella costruzione di una società migliore.
Per ulteriori informazioni contattare:
Jasmine Blake, BerlinRosen PR per Skanska, (352) 339-3850, jasmine.blake@berlinrosen.com
Michael Iacovella, Skanska USA, (917) 532-7977, Michael.iacovella@skanska.com
Questa e le versioni precedenti possono essere trovate anche su usa.skanska.com

A proposito di Skanska

Skanska è una delle società di costruzione e sviluppo leader a livello mondiale. Negli Stati Uniti, le operazioni principali di Skanska includono la costruzione di edifici, le infrastrutture civili e lo sviluppo di proprietà commerciali autofinanziate, che insieme hanno generato $8 miliardi di entrate nel 2018. Come sviluppatore negli Stati Uniti, Skanska ha investito un totale di $2,3 miliardi in attività commerciali e progetti plurifamiliari. Con sede negli Stati Uniti a New York City, Skanska ha uffici in 28 aree metropolitane con 9.000 dipendenti a livello nazionale. Skanska è un innovatore leader del settore sia nella sicurezza che nell'esecuzione dei progetti e offre soluzioni competitive per incarichi sia tradizionali che complessi per aiutare a costruire un futuro più sostenibile per i nostri clienti e le comunità. Il fatturato globale della società madre Skanska AB, con sede a Stoccolma e quotata alla Borsa di Stoccolma, è stato di circa $20 miliardi nel 2018.

Ultime notizie

Architect Magazine: The Carbon Issue

Soddisfare l'urgente necessità di un'azione per il clima, con strategie di decarbonizzazione per materiali, design, pratica e politica. L'architettura deve rapidamente...

it_ITItalian