Serie 17, 2020

Renee Cheng: Change Agency, Value Change

Tra la pandemia, il crollo economico e le proteste per la giustizia sociale attende una collisione che rivelerà nuove domande per la professione di design, scrive il famoso educatore, ricercatore e attuale preside del College of Built Environments dell'Università di Washington.

Di Renee Cheng

Renée Cheng, FAIA, DPACSA, è una professoressa di fama nazionale presso il Dipartimento di Architettura e Preside del College of Built Environments presso l'Università di Washington, a Seattle. Educato all'Harvard College e alla Harvard Graduate School of Design, Cheng è stato riconosciuto per l'eccellenza nell'istruzione con numerosi premi dall'AIA e altri. Dirige il gruppo di ricerca che sviluppa le Guide dell'AIA per l'equità pratica. Elevato all'AIA College of Fellows nel 2016, Cheng è stato presidente dell'AIA Minnesota nel 2009 e in diversi comitati dell'AIA su argomenti relativi a conoscenza, innovazione, cultura ed equità.

renee cheng

Sean Airhart / NBBJ Renee Cheng

Le collisioni sono violente. Maggiore è la massa o la velocità degli oggetti, maggiore è l'energia rilasciata. Le crisi della pandemia, del crollo economico e delle proteste per la giustizia sociale sono enormi e stanno ancora accelerando. Sulla scia della loro collisione, riveleranno nuove domande per la nostra professione e ritrovata energia per affrontarle.

In precedenza, gli architetti che riflettevano se un nuovo edificio fosse degno di essere aggiunto al nostro canone si chiedevano "Che aspetto ha?" e forse "Quanto bene funziona?"

Ora abbiamo bisogno di saperne di più: qual è il suo carbonio incarnato? È resistente ai disastri naturali? L'innovazione ha contribuito a eliminare gli sprechi o ad aumentare il valore? Inoltre, i suoi flussi di approvvigionamento sono equi? La sua costruzione o funzionamento dipende dall'economia del lavoro a contratto o da schiavi? Il suo flusso d'aria può aiutare a fermare la diffusione della malattia? A chi giova l'edificio?

Nell'educazione all'architettura, uno spazio con pareti pinup e finestre rivolte a nord era un tempo l'ingrediente principale di uno studio di design di successo. Gli istruttori hanno chiesto agli studenti informazioni sui loro processi di progettazione e sui risultati e, consapevoli della perpetuazione della cultura dello studio del ciclo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, si sono preoccupati per coloro che trascorrono la notte.

Ora dobbiamo anche chiederci quanto spesso gli studenti si lavano le mani e se ieri sera hanno partecipato a una festa. Ci preoccupiamo perché gli studenti in apprendimento remoto sussurrano o tacciono: sono annoiati, in un fuso orario diverso, riuniti in una famiglia, si prendono cura di un familiare malato o semplicemente hanno esaurito il tempo sullo schermo?

Perseguire queste domande più profonde potrebbe sembrare intimidatorio o invadente, in particolare quando gli strumenti per rispondere possono essere poco familiari o sconosciuti. Ma c'è libertà nell'interrogare, ripensare e trovare nuove storie nelle storie che pensavamo di conoscere.

Attraverso questo processo, possiamo affermare verità che molti di noi avevano sospettato: gli edifici non sono oggetti; gli architetti possono essere complici delle iniquità strutturali del mondo costruito; il formato studio non è sacro; la vita personale degli studenti è rilevante; le forze invisibili della cultura hanno conseguenze visibili; e i fattori culturali della disuguaglianza dovrebbero essere interrotti e riformati.

 [T] qui è la libertà di interrogare, ripensare e trovare nuove storie nelle storie che pensavamo di conoscere.

Per rispondere a queste domande difficili ma essenziali, i professionisti dell'architettura e gli educatori devono fare due cambiamenti fondamentali.

In primo luogo, cambiamo il ruolo di chi ha voce e diamo potere e responsabilità a coloro che sono più colpiti e più spesso esclusi dai processi decisionali. Negli studi, chiedi agli studenti di rompere - e poi ricostruire - il modello di insegnamento. Nelle aziende, capovolgere il ruolo del designer emergente dal tirocinante al pilota che testa nuovi modelli di pratica. Nelle comunità, riconoscere l'autorità dell'esperienza vissuta dei residenti e utilizzare la loro definizione di giustizia per definire le esigenze del progetto. Dobbiamo accettare che un edificio non è sempre l'unica risposta e che il design non è sempre la competenza più importante.

In secondo luogo, cambiamo il modo in cui viene valutata l'architettura. Colleghiamo l'intento progettuale con gli impatti sociali, sanitari ed economici attraverso la ricerca e basiamo le tariffe architettoniche su questi risultati. Questo apre la strada ad alternative al processo di offerta competitiva, in cui le aziende lottano per fornire servizi a tariffe decrescenti. Collaboriamo con studenti e docenti che stanno promuovendo programmi di ricerca su carbonio incarnato, equità, giustizia sociale e salute in modo da poter applicare e testare la ricerca nei nostri progetti. E smettiamo di presumere che la nostra azienda sia sola in questa ricerca o che il lavoro di proprietà limiti ciò che può essere condiviso. C'è molto da fare e molto merito da fare quando si fanno progressi.

Man mano che le crisi si avvicinano alla collisione, canalizziamo l'imminente rilascio di energia verso cambiamenti sostanziali e creativi che accelereranno la nostra ricerca di nuovi modi di pensare, educare, costruire e progettare. Questi cambiamenti diventeranno un punto di partenza per un lavoro atteso da tempo.

Questo saggio è stato originariamente pubblicato su Architect Magazine, settembre 2020.

Ultime notizie

Ricercatore politico senior

Posizione di ricerca ora aperta Ricercatore politico seniorIl Carbon Leadership Forum, un'organizzazione di ricerca con sede presso l'Università di Washington...

Borsista post-dottorato: Modellazione LCA

Posizione di ricerca Now Open Life Cycle Assessment (LCA) modelling of carbon-storing materials Il Dipartimento di Architettura dell'Università di...

Presentazione di Allison Hyatt

Ricercatrice, Carbon Leadership Forum Allison Hyatt è ricercatrice presso il Carbon Leadership Forum dell'Università di Washington. Con anni di...

Presentazione di Megan Kalsman

Ricercatrice politica, Carbon Leadership Forum di Megan Kalsman Sono sempre stata attratta e affascinata dalle città. Come lavoriamo, giochiamo e ci muoviamo...

Presentazione di Meghan Byrne

Engagement and Communications Lead, Carbon Leadership Forum Meghan Byrne lavora per supportare la collaborazione e la comunicazione in tutta la comunità CLF...

Presentazione di Milad Ashtiani

Ricercatore di materiali e costruzioni, Carbon Leadership Forum, University of Washington Milad Ashtiani è un ingegnere civile che ha conseguito il dottorato di ricerca presso...

Presentazione di Brad Benke

Ricercatore, Carbon Leadership Forum, Università di Washington Brad Benke, AIA, è un ricercatore presso il Carbon Leadership Forum incentrato su...

Sei mesi in SE 2050

Gli ingegneri strutturali si combinano per condividere apprendimento, risorse e obiettivi ambiziosi di decarbonizzazione di Chris Jeseritz Chris Jeseritz è un project manager ...

Presentazione di Meghan Lewis

Senior Researcher, Carbon Leadership Forum, University of Washington Meghan Lewis è Senior Researcher presso il Carbon Leadership Forum, dove ...

Presentazione di Steph Carlisle

Ricercatrice senior, Carbon Leadership Forum, Università di Washington Stephanie Carlisle è un'architetto e ricercatrice ambientale il cui...

CLF lancia Embodied Carbon Policy Toolkit

Per tutto il 2020, il Carbon Leadership Forum ha investito risorse significative nello sviluppo di una serie di risorse per supportare un'efficace carbonio incarnato ...

Presentazione di Monica Huang

Ingegnere di ricerca, Carbon Leadership Forum, Università di Washington Monica Huang è un ingegnere di ricerca con esperienza nel ciclo di vita ambientale ... (-)

Portare il carbonio incarnato in anticipo

Il rapporto pionieristico del World Green Building Council "Bringing Embodied Carbon Upfront: azione coordinata per il settore dell'edilizia e delle costruzioni ...

Carbonio incarnato nelle costruzioni

Pubblicato in Buildings & Cities nella Special Collection: "Carbon metrics for buildings and cities" Data di pubblicazione: settembre 2020 Autori: ...

Presentazione di Anthony Hickling

Amministratore delegato, Carbon Leadership Forum, Università di Washington Anthony Hickling ha esperienza nella sostenibilità ambientale e sociale come ...

RESET positivo al carbonio!

Non c'è mai stata una maggiore urgenza per l'azione per il clima. di Ed Mazria e Natasha BalwitArchitecture 2030 Siamo in corsa per trovare soluzioni per ...

Architect Magazine: The Carbon Issue

Soddisfare l'urgente necessità di un'azione per il clima, con strategie di decarbonizzazione per materiali, design, pratica e politica. L'architettura deve rapidamente...

it_ITItalian