Caratteristica:

Impatto sui soci, luglio 2020

Cosa state facendo tu e la tua azienda per ridurre le emissioni di carbonio incarnate?

Stefanie Barrera

Architectural Staff presso SMR Architects, Seattle, WA

Stefanie BarreraCrescendo il mio obiettivo era quello di perseguire una carriera che sfruttasse al meglio le mie capacità e offrisse opportunità per l'apprendimento permanente. Sapevo anche che volevo che il mio lavoro fosse significativo. Perseguire l'architettura mi ha permesso di fare questo e molto altro ancora. Sono entrato nel programma di master in architettura presso l'Università di Washington con l'obiettivo finale di lavorare in un'azienda che si concentrava sulla progettazione di alloggi a prezzi accessibili per comunità sotto servite.

Nel 2016 ho svolto uno stage presso il Bullitt Center facendo ricerca per il progetto Embodied Carbon Benchmark del CLF con la professoressa Kate Simonen. Per me è diventato evidente che la riduzione delle emissioni di anidride carbonica dovrebbe essere una priorità assoluta nel settore edile. Allo stesso tempo, ero anche consapevole del fatto che le popolazioni sotto servite sono spesso colpite in modo sproporzionato dai cambiamenti climatici. La decarbonizzazione degli edifici e delle costruzioni può avere un impatto positivo su queste comunità migliorando la qualità della vita delle persone.

Lavorando nel settore dell'edilizia abitativa a prezzi accessibili, è chiaro per me che gli alloggi a prezzi accessibili necessitano di un migliore sostegno finanziario per poter partecipare alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica. Fin dall'inizio, molte organizzazioni di alloggi a prezzi accessibili lottano per assicurarsi fonti di finanziamento per realizzare un progetto. L'implementazione di azioni per ridurre le emissioni di carbonio incorporate richiede più fondi di quanto la maggior parte di questi progetti sia in grado di acquisire. La difficile situazione che i progetti di alloggi a prezzi accessibili devono affrontare per essere in grado di ridurre le loro emissioni di carbonio incorporate è chiara. La mia speranza è di sostenere la creazione di alloggi a prezzi accessibili in modo che la città continui ad avere la priorità mentre si trova il modo di dare priorità alle decisioni per ridurre le emissioni di carbonio incorporate in questi progetti.

Come azienda, SMR ha incorporato per molti anni elementi di design sostenibile nei suoi progetti. Sebbene in genere non monitoriamo le emissioni di carbonio incorporate dei prodotti da costruzione che specifichiamo, la maggior parte dei nostri progetti sono progettati per essere efficienti dal punto di vista energetico poiché ricevono fondi di capitale da programmi che richiedono l'Evergreen Sustainable Development Standard (ESDS), un sistema di classificazione verde per progetti di alloggi a prezzi accessibili nello Stato di Washington. Selezionando materiali e sistemi più durevoli e durevoli quando costruiamo, impediamo la creazione di future emissioni di carbonio incorporate. Gli sviluppatori di alloggi economici hanno un interesse acquisito nella durabilità e nei costi operativi e di manutenzione a lungo termine bassi. La selezione di materiali e sistemi durevoli è in sintonia con i nostri clienti perché consente di risparmiare costi operativi e di manutenzione nel tempo. La riduzione del futuro carbonio incorporato è un vantaggio.

Inoltre, i nostri progetti di riabilitazione, riutilizzo adattivo e conservazione per loro natura aiutano a ridurre le emissioni evitando il carbonio incorporato nelle nuove costruzioni. Inoltre, lavoriamo spesso su sviluppi orientati al transito, progetti progettati nelle aree urbane per ridurre la necessità per i residenti di fare affidamento sui veicoli a gas.

Penso che gli ambienti costruiti possano essere uno strumento potente per risolvere molti dei problemi odierni, ma penso che sia importante riconoscere che la disuguaglianza è diffusa anche all'interno del settore. Penso che sia anche importante riconoscere che molti degli edifici che vengono costruiti oggi non servono le comunità svantaggiate, ma queste comunità subiranno maggiormente l'impatto del cambiamento climatico. La decarbonizzazione dell'industria edile avrà effetti positivi nelle comunità svantaggiate e, in un certo senso, affronterà indirettamente alcune delle questioni di giustizia sociale e razziale che vediamo oggi rallentando e prevenendo il cambiamento climatico.

Orlando Gibbons

Ingegnere strutturale presso Arup, Londra, Inghilterra, Regno Unito
Membro di IStructE Sustainability Panel

Sono un ingegnere strutturale con la passione per la sostenibilità, specializzato in carbonio incorporato. Nei progetti agisco sia come ingegnere che come consulente LCA, coinvolgendo il team di progettazione principale nell'identificazione di modi efficaci e pratici per ridurre al minimo il carbonio incorporato. Il mio obiettivo è sbloccare il desiderio e il potenziale di architetti e ingegneri di ridurre al minimo le emissioni di carbonio, che potrebbero non aver acquisito in precedenza le conoscenze per farlo da soli, è una gioia.

All'interno di Arup, oltre al mio lavoro di progetto, coordino un'iniziativa del Regno Unito per aumentare la conoscenza e la consapevolezza del carbonio incorporato che si collega a un hub di sostenibilità strutturale globale di Arup. La nostra missione è diffondere la conoscenza, fornire consulenza ad hoc, sviluppare strumenti e contribuire ai programmi di ricerca e apprendimento di Arup. I consulenti per la sostenibilità di Arup aiutano anche i team di progettazione nell'affrontare gli SDG su ogni progetto e hanno ideato un piano d'azione per affrontare il problema Impegni "Dichiarazioni di costruzione" Arup ha fatto.

Al di fuori di Arup, sono un membro attivo di entrambi IStructE's Sustainability Panel e il nuovo Climate Emergency Task Group (CETG), costituiti nel 2019. Attualmente il mio ruolo è coautore di una guida incorporata per il calcolo del carbonio, che sarà pubblicata questa estate. Sebbene questo calcolo sia semplice in linea di principio, non viene calcolato in modo coerente e riportato in modo trasparente in tutta la professione, che questa guida intende affrontare. Inoltre, sono in trattative con RICS per lo sviluppo di RICS Embodied Carbon Database per renderlo adatto alla condivisione a livello di settore dei dati sul carbonio incorporati nel progetto.

Quando ho iniziato a lavorare nel settore dell'ambiente costruito, essere un ingegnere strutturale focalizzato sulla sostenibilità sembrava una nicchia, con solo una manciata di persone estremamente appassionate e dedicate che spingevano l'agenda; spettava ai consulenti di sostenibilità occuparsi della sostenibilità. È emozionante che questa percezione stia cambiando. L'industria si è resa conto del fatto che la riduzione al minimo degli impatti ambientali deve essere una competenza ingegneristica fondamentale.

Moazamah Rubab

Ex assistente universitario di ricerca per il Carbon Leadership Forum
2020 Bachelor of Arts in Architectural Design, Università di Washington, Seattle

Moazamah RubabSono nato a Karachi, in Pakistan, una città nota per i suoi bellissimi edifici antichi. Essere cresciuto in un appartamento mal progettato mi ha fatto capire il valore dell'organizzazione spaziale in tenera età. Prima di frequentare l'Università di Washington, non ero sicuro della mia decisione di intraprendere una carriera nel settore edile. La mia decisione si è basata esclusivamente sulla mia interazione personale con l'architettura e sulla mia costante curiosità per i processi di pensiero dietro i progetti. Non mi ci è voluto molto per capire che questo percorso è giusto per me. Mi sono innamorato delle prime lezioni che ho imparato alla scuola di architettura e sono diventate una solida base per il modo in cui penso e lavoro oggi. L'architettura mi ha esposto a nuove entusiasmanti aree, incluso il mondo dello sviluppo sostenibile.

L'impatto ambientale dell'ambiente costruito è sbalorditivo. L'industria edile è responsabile di quasi 40% delle emissioni globali di carbonio. È tempo che riconosciamo questo enorme contributo al cambiamento climatico e ci muoviamo per decarbonizzare completamente la nostra industria. Questo movimento richiede seri cambiamenti strutturali per riparare secoli di razzismo sistemico. La transizione dovrà concentrarsi sullo sviluppo comunitario ed economico per le popolazioni emarginate per creare posti di lavoro e opportunità. Sia il cambiamento climatico che il razzismo sistemico colpiscono in modo sproporzionato le persone di colore. La decarbonizzazione non solo ci aiuterà a combattere il cambiamento climatico, ma aiuterà anche la crescita economica, l'equità e l'efficienza dei costi. L'industria edile ha un'enorme responsabilità nell'affrontare le emissioni di carbonio e anche per standardizzare le valutazioni del carbonio come componente essenziale della pratica di progettazione sociale ed etica.

In qualità di futuro architetto / designer, sono responsabile non solo di migliorare la mia alfabetizzazione al carbonio, ma anche di rendere le comunità più vivibili. Non vedo l'ora di contribuire alla sostenibilità nelle decisioni di progettazione e costruzione. Inoltre, intendo continuare a far parte del Carbon Leadership Forum come assistente volontario di ricerca, sia per aiutare a diffondere la consapevolezza che per continuare ad ampliare la mia comprensione dello sviluppo sostenibile.

Duncan Cox

Senior Associate, Thornton Tomasetti

Duncan CoxMi sto avvicinando rapidamente a un decennio di lavoro relativo al carbonio incarnato che a livello personale è stato sia gratificante che frustrante. Il mio coinvolgimento è saltato un po 'tra le iniziative aziendali di Thornton Tomasetti e le collaborazioni più ampie in tutto il settore con diversi flussi accademici e diversi gruppi di pari, e c'è stata sicuramente una curva di apprendimento. La frustrazione per me è derivata da quella che sembra una mancanza di progresso. Ma poi guardo indietro e penso con gratitudine al mio coinvolgimento con il CLF, dal Studio di benchmark sul carbonio incorporato al Guida pratica LCA e le riunioni alle prime armi per la sfida SE2050.

Ci sono stati progressi anche in Thornton Tomasetti, a partire da un'iniziativa di raccolta dati - che abbiamo avviato nel 2011 con solo un paio di persone coinvolte - che si è sviluppata in un database di carbonio incarnato su 600 progetti dispari e un corpo interno di 100 comunità del carbonio che affrontano diversi flussi di lavoro e sviluppi. Sono stato anche coinvolto nello sviluppo di tutta una serie di strumenti di calcolo del carbonio incorporati, come lo strumento opensource Beacon. Lo abbiamo sviluppato come un semplice strumento per aiutare qualsiasi società di ingegneria strutturale a eseguire calcoli di carbonio incorporati dove non avrebbero necessariamente il budget o il tempo per sviluppare i propri strumenti interni. E più recentemente sono stato un gruppo di lavoro a capo di LETI Primer di carbone incarnato e continuare a guidare il flusso di lavoro sulle specifiche e sugli appalti per il 2020, oltre a fungere da collegamento tra IStructE e LETI in modo da non duplicare ma supportare.

Quindi guardando indietro ci sono stati parecchi progressi. Ma in questo ultimo anno c'è stato un enorme slancio nel mondo del carbonio incorporato in tutto il mondo. È assolutamente imperativo sfruttare questo slancio e continuare il nostro viaggio verso un futuro a zero emissioni di carbonio. Ora non è il momento di fissare obiettivi per il 2040 o il 2050 e poi vedere se li raggiungiamo quando sarà il momento. Ora è il momento di impegnarci continuamente e spingere il nostro settore verso lo zero carbonio. La cosa principale che ho imparato nell'ultimo decennio nel mondo del carbonio incarnato è quanto sia importante e gratificante lavorare in modo collaborativo e aperto sia con i colleghi che con i colleghi del settore in generale. Ho avuto la fortuna di incontrare e lavorare con alcune persone davvero intelligenti nel corso degli anni che hanno tutte la stessa ambizione di ottenere un cambiamento nel nostro settore, più di qualsiasi obiettivo personale o professionale. Ed è questa mentalità di cui abbiamo bisogno per un futuro di successo; lavorare in modo aperto e collaborativo verso questo obiettivo comune.

it_ITItalian