Libreria di risorse:

Il valore temporale del carbonio

Il membro del consiglio di amministrazione di CLF Larry Strain ha sviluppato questo white paper per il Carbon Leadership Forum al fine di articolare la necessità critica di ridurre rapidamente il carbonio incorporato e identificare la necessità di un'enfasi più urgente sul riutilizzo e l'adeguamento del nostro patrimonio edilizio esistente.

Dimostrare l'importanza del carbonio incorporato

Per evitare che le temperature globali superino i 2 ° C ed evitare cambiamenti climatici catastrofici e irreversibili, le emissioni globali devono raggiungere il picco entro il 2020 e i combustibili fossili devono essere gradualmente eliminati entro il 2055 [i]. Dati questi obiettivi, ci sono due componenti critiche che dobbiamo considerare quando si valutano le strategie di riduzione del carbonio: in primo luogo, la quantità di potenziali risparmi offerti da una strategia e, in secondo luogo, il periodo di tempo di tali risparmi. Abbiamo bisogno di strategie che producano grandi risparmi velocemente.

In qualità di utente finale di combustibili fossili, l'ambiente costruito rappresenta più emissioni di qualsiasi altro settore, producendo quasi la metà delle emissioni globali di gas a effetto serra (GHG) [ii]. L'attuale gold standard per la riduzione delle emissioni degli edifici è la costruzione di nuovi edifici a zero emissioni di carbonio nette (ZNC) [iii]: edifici super efficienti alimentati da fonti energetiche prive di combustibili fossili che hanno zero emissioni nette. Questo è un passaggio fondamentale per realizzare un ambiente costruito a emissioni zero, ma c'è un problema con questa strategia: la costruzione di quei nuovi edifici ZNC genererà emissioni sostanziali.

Altre due fonti di emissioni possono essere ancora più importanti da affrontare a breve termine: le emissioni di carbonio incorporato (eCO2e) da materiali da costruzione, prodotti e processi di costruzione e le emissioni operative degli edifici esistenti. Architecture 2030 stima che le emissioni di eCO2e degli Stati Uniti dai materiali da costruzione e da costruzione siano 5,9% delle emissioni totali degli Stati Uniti [iv]. Poiché queste emissioni si verificano all'inizio del ciclo di vita di un edificio, l'impatto sulle emissioni a breve termine dell'edificio diventa più significativo di quanto non implichi la cifra 5.9%. I materiali contano: progettare edifici materialmente efficienti con materiali e prodotti a basse emissioni di carbonio può avere un impatto significativo sulle emissioni di carbonio a breve termine.

The Time Value of Carbon Initiative è guidata da Larry Strain di Siegel e Strain Architects. Per saperne di più, accedi al suo recente white paper e alla presentazione del CLF Time Value of Carbon:

[i] IPCC. 2014. “Climate Change 2014: Synthesis Report. Contributo dei gruppi di lavoro I, II e III al quinto rapporto di valutazione del gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici. " Ginevra, Svizzera: IPCC.

[ii] "Consumo energetico degli Stati Uniti per settore", Architecture 2030, accessibile da http://architecture2030.org/buildings_problem_why/ 2016 07 27.

[iii] Architecture 2030, "Zero Net Carbon (ZNC) Building", accessibile da http://www.architecture2030.org/downloads/znc_building_definition.pdf   2016 07 27.

it_ITItalian