1 aprile 2021

Il governo federale degli Stati Uniti assume la guida degli edifici a basse emissioni di carbonio

L'adozione dei principi degli appalti da parte del comitato consultivo per l'edilizia verde guiderà l'azione federale sui materiali da costruzione e sugli approcci a basso contenuto di carbonio incorporato attraverso la GSA, nonché il mercato nazionale.

Comunicato stampa del Rocky Mountain Institute
Boulder, CO - 1 marzo 2021

Il 28 gennaio, il Green Building Advisory Committee (GBAC), un organo consultivo della US General Services Administration (GSA), ha approvato un serie di principi in materia di appalti per consentire il passaggio a materiali da costruzione e approcci a basso tenore di carbonio incorporato. Questi principi sono stati proposti dal GBAC Embodied Energy Task Group co-presieduto da RMI.

Il vasto potere di approvvigionamento della GSA le conferisce una capacità unica di influenzare i mercati. Negli ultimi dieci anni sono stati costruiti 253 milioni di piedi quadrati di edifici per GSA, che rappresentano più di $11 miliardi di valore. Spostando il proprio approvvigionamento, GSA accelererà lo sviluppo di un mercato per materiali da costruzione a basso contenuto di carbonio e approcci negli Stati Uniti, come mezzo per ridurre le emissioni in un settore ostinato.

"Affrontare il carbonio incarnato è un'enorme opportunità non sfruttata per il governo federale per ridurre in modo conveniente la sua impronta di carbonio", ha affermato Victor Olgyay, AIA, co-presidente del gruppo di lavoro GBAC che ha prodotto queste linee guida per gli appalti. "Queste linee guida per gli appalti rappresentano un enorme passo avanti verso questo obiettivo."

In particolare, il GBAC ha raccomandato due approcci principali e li ha inviati a GSA:

  1. Un approccio materiale per tutti i progetti che richiedono dichiarazioni ambientali di prodotto per 75% di materiali utilizzati (in base al costo o al peso) e che le loro emissioni rientrino nell'80% delle migliori prestazioni del potenziale di riscaldamento globale tra i prodotti funzionalmente equivalenti.
  2. Un approccio di valutazione del ciclo di vita dell'intero edificio per progetti più grandi (oltre $3 milioni), che richiede che gli edifici siano progettati in modo tale che la valutazione del carbonio del ciclo di vita mostri che il progetto selezionato si traduce in una riduzione del 20% di carbonio

Visualizza il documento completo su www.gsa.gov.

"Il 2021 sembra essere un anno entusiasmante per la leadership federale nella riduzione delle emissioni", ha affermato Meghan C. Lewis, ricercatrice senior presso il Carbon Leadership Forum. "La lettera adottata dal GBAC è un primo e importante passo per stabilire un percorso di implementazione olistico per la GSA e altre agenzie federali per sfruttare il loro significativo potere d'acquisto per ridurre il carbonio incorporato nei progetti federali".

Nel 2001 la GSA ha scelto di utilizzare il sistema di classificazione degli edifici Leadership in Energy and Environmental Design (LEED) per soddisfare i propri requisiti di prestazione per nuove costruzioni e ristrutturazioni sostanziali di strutture di proprietà federale. Ciò ha portato a un'importante espansione del programma LEED e ha dimostrato l'enorme leadership di mercato della GSA. Si prevede che i principi di approvvigionamento a basse emissioni di carbonio a basso contenuto di carbonio recentemente adottati seguiranno una simile traiettoria di adozione da parte del mercato.

“Lavorare sull'agenda climatica del Presidente non è solo entusiasmante, gratificante e rinfrescante; è chiaro che abbiamo bisogno di ogni idea e di ogni tattica che contribuirà a ridurre le emissioni e mitigare gli effetti del cambiamento climatico ", ha affermato Kevin Kampschroer, direttore dell'Ufficio federale degli edifici verdi ad alte prestazioni, GSA. “Considerare il carbonio incorporato è un passo logico negli sforzi di GSA per ridurre le emissioni di gas serra. Può essere una leva per cambiare il modo in cui il governo costruisce gli edifici, stimolare l'innovazione edilizia e stimolare la creatività dei materiali in tutto il settore edile ".

A proposito di RMI
RMI è un'organizzazione no profit indipendente fondata nel 1982 che trasforma i sistemi energetici globali attraverso soluzioni guidate dal mercato per allinearsi a un futuro di 1,5 ° C e garantire un futuro pulito, prospero ea zero emissioni di carbonio per tutti. Lavoriamo nelle aree geografiche più critiche del mondo e coinvolgiamo aziende, responsabili politici, comunità e ONG per identificare e ridimensionare gli interventi sul sistema energetico che ridurranno le emissioni di gas serra di almeno il 50% entro il 2030. RMI ha uffici a Basalt e Boulder, in Colorado; New York City; Oakland, California; Washington DC; e Pechino.

 

Ultime notizie

Presentazione di Brad Benke

Ricercatore, Carbon Leadership Forum, Università di Washington Brad Benke, AIA, è un ricercatore presso il Carbon Leadership Forum incentrato su...

Sei mesi nell'impegno SEI SE 2050

Gli ingegneri strutturali si combinano per condividere apprendimento, risorse e obiettivi ambiziosi di decarbonizzazione di Chris Jeseritz Chris Jeseritz è un project manager ...

CLF lancia Embodied Carbon Policy Toolkit

Per tutto il 2020, il Carbon Leadership Forum ha investito risorse significative nello sviluppo di una serie di risorse per supportare un'efficace carbonio incarnato ...

Portare il carbonio incarnato in anticipo

Il rapporto pionieristico del World Green Building Council "Bringing Embodied Carbon Upfront: azione coordinata per il settore dell'edilizia e delle costruzioni ...

it_ITItalian