Risorsa politica:

3 - Guida alla divulgazione del carbonio incorporato

Questa risorsa mira a guidare i responsabili delle politiche e i professionisti degli appalti nella raccolta di dati sul carbonio incorporati di alta qualità. Le politiche mirate alla riduzione delle emissioni di carbonio associate ai prodotti da costruzione richiedono la divulgazione di dati di carbonio incorporati per informare le politiche e verificare se gli obiettivi di riduzione oi requisiti di incentivo sono stati raggiunti.

Versione: 17 dicembre 2020

Dichiarazioni ambientali di prodotto (EPD) sono documenti verificati in modo indipendente basati su standard internazionali che riportano gli impatti ambientali di un prodotto. Queste dichiarazioni possono essere utilizzate per tenere traccia dei dati di prodotto specifici della catena di fornitura e confrontare i prodotti se i prodotti lo sono funzionalmente equivalente e hanno ambiti allineati.

La misurazione del carbonio incorporato richiede un LCA

Per comprendere il carbonio incorporato o le emissioni di carbonio della catena di approvvigionamento di un prodotto, è necessaria una valutazione del ciclo di vita (LCA) del prodotto. LCA è un metodo per quantificare gli impatti ambientali di un prodotto durante il suo ciclo di vita che può essere applicato a qualsiasi prodotto. Le fasi principali includono:

  • Prodotto (A1-A3), che include l'estrazione e la lavorazione a monte dei materiali, il trasporto e gli impatti sulla produzione
  • Costruzione (A4-A5), che include il trasporto al sito
  • Usa (B), che include manutenzione e sostituzione
  • Fine vita (C), che include la demolizione e lo smontaggio, nonché il trattamento e il trasporto dei rifiuti
  • Oltre il ciclo di vita (D), che include potenziali benefici dal riutilizzo, riciclaggio e / o recupero energetico

Le emissioni di gas serra, inclusa l'anidride carbonica, vengono sommate durante il ciclo di vita del prodotto e riportate come potenziale di riscaldamento globale (GWP). Il GWP è espresso in equivalenti di anidride carbonica (CO2e), ed è una definizione concordata per esprimere l'impronta di carbonio di un prodotto.

Le dichiarazioni ambientali di prodotto (EPD) sono lo strumento giusto per la divulgazione e la trasparenza

Per essere efficace, una metodologia concordata per misurare e calcolare il carbonio incorporato dei prodotti deve essere utilizzata in modo coerente. Nell'industria edile, le EPD sono questo strumento e metodologia concordati.

Una EPD è una "etichetta nutrizionale" per l'impronta ambientale di un prodotto. Proprio come con un'etichetta nutrizionale alimentare, devi sapere cosa stai cercando per sapere se un prodotto è salutare: guardare una EPD da solo non ti dirà se un prodotto fa bene o meno all'ambiente.

Le EPD forniscono dati ambientali basati su una valutazione del ciclo di vita (LCA) che è stata verificata indipendentemente in conformità con ISO 14040 e ISO 14044. Le EPD possono riportare una varietà di impatti sul ciclo di vita oltre al potenziale di riscaldamento globale (GWP), come l'acidificazione, l'eutrofizzazione , impoverimento dell'ozono e formazione di smog. Gli EPD in genere includono anche dati aggiuntivi del produttore e del prodotto, come ingredienti, processi e ubicazioni di produzione e utilizzo delle risorse.

Figura 1. Flusso di dati dalla catena di approvvigionamento a una EPD e presentazione del progetto. (*) indica le aree in cui la specificità e altri requisiti minimi di dati sono stabiliti dalla Regola sulla categoria di prodotto. I criteri possono aggiungere requisiti per rafforzare il reporting dei dati.

Ingredienti di una EPD

Chi decide cosa inserire in una EPD?

UN regola della categoria di prodotto (PCR) definisce le regole e i requisiti per lo sviluppo di EPD di tipo III per un gruppo di prodotti che soddisfano una funzione equivalente e devono essere aggiornati ogni 3-5 anni (ISO 14025: 2006). Esistono PCR per un gran numero di prodotti da costruzione e i requisiti in ciascuna PCR variano leggermente.

Simile ad altri standard del settore, lo sviluppo di PCR è un processo aperto di sviluppo delle parti interessate. Ciò significa che le parti interessate interessate, comprese l'industria e le associazioni di categoria, esaminano la bozza di PCR e forniscono feedback durante tutto il suo sviluppo.

figura 2. Processo e parti interessate per lo sviluppo della PCR (adattato dal processo delineato da ISO 14025: 2006).

Lo sviluppo di una regola di categoria di prodotto è guidato da a operatore di programma. Un operatore di programma è un'azienda, un settore industriale o un'associazione di categoria, un'agenzia pubblica o un ente indipendente che gestisce lo sviluppo e la pubblicazione di una PCR e le EPD risultanti. Esempi di operatori di programmi nordamericani includono ASTM, NSF, UL Environment, SCS Global Services e Sustainable Minds.

Una PCR include requisiti critici che definiscono quali dati sono inclusi nei calcoli LCA, come:

  • Quali fasi del ciclo di vita devono essere incluse (confine del sistema)? Vedere la Figura 3 per la variazione tipica degli EPD.
  • Quali categorie di impatto devono essere riportate oltre al potenziale di riscaldamento globale?
  • Quali dati devono essere specifici della catena di approvvigionamento e quali possono essere generici (cioè a livello di settore)?
  • Quali strutture devono contribuire con i dati alla valutazione del ciclo di vita?

Opportunità per la qualità e l'allineamento dei dati

Le EPD sono i migliori strumenti disponibili per la divulgazione e la trasparenza del carbonio incorporato. Tuttavia, miglioreranno nel tempo con l'aumento dei requisiti per la qualità dei dati e l'allineamento degli standard e dei set di dati sottostanti che informano il modo in cui vengono calcolati gli EPD.

È importante valutare i dati e i requisiti di reporting rispetto al tempo aggiuntivo e agli oneri amministrativi per i produttori. Ad esempio, i dati raccolti e analizzati per l'LCA di un prodotto possono essere costituiti da (a) dati primari dalle strutture e dai processi effettivi nella catena di fornitura del prodotto o (b) da dati generici o rappresentativi da un database o una fonte simile. Il primo è indicato come specifica della catena di fornitura. La raccolta di dati specifici della catena di approvvigionamento per 100% dei processi non è fattibile o necessaria, ma richiedere dati specifici della catena di approvvigionamento per le fasi con il maggiore impatto sulle emissioni (80% o più) aumenterebbe il valore di una EPD rendendola più rappresentativa dell'effettiva Prodotto.

Figura 3. Le fasi del ciclo di vita tipicamente incluse negli EPD (i nomi dei moduli sono conformi a ISO 21930). Per capire quali fasi del ciclo di vita devono essere riportate in una EPD, prima guarda i requisiti nella PCR. Le fasi aggiuntive sono incluse a discrezione del produttore che crea l'EPD. 

Guida sui requisiti delle politiche

Le politiche che richiedono la trasparenza e la divulgazione dei dati sul carbonio incorporati dovrebbero richiedere dichiarazioni di prodotto ambientali di tipo III valide e specifiche per il prodotto (EPD). La richiesta di report sulle migliori pratiche in aggiunta ai requisiti minimi può aiutare a guidare l'allineamento futuro e il rafforzamento degli standard che guidano lo sviluppo di EPD.

UN Tipo III EPD è uno che è stato verificato in modo indipendente per essere conforme ISO 14025 - Dichiarazioni ambientali di tipo III - Principi e procedure.

Gli EPD lo sono valido per cinque anni dalla data di emissione. Tutti gli EPD indicano la data di emissione e il periodo di validità.

UN specifico del prodotto EPD rappresenta un prodotto di un unico produttore. Una EPD media a livello di settore è non un EPD specifico del prodotto.

Un EPD con facility (plant) -specific data riporta gli impatti calcolati sulla base degli input raccolti dalla struttura (o dalle strutture) effettiva in cui è stato fabbricato il prodotto.

Dati specifici della catena di fornitura si basa sugli input della catena di fornitura effettiva di un prodotto, piuttosto che su dati generici o di settore. Le EPD dovrebbero riportare la percentuale complessiva (%) dei dati specifici della catena di fornitura. Idealmente, le EPD dovrebbero mirare a includere dati specifici della catena di approvvigionamento per processi o strutture che comprendono 80% o più degli impatti dalla culla al cancello di un prodotto.

Guida all'uso di EPD per il confronto

I confronti tra le EPD dovrebbero essere effettuati solo se (1) i loro impatti sono stati calcolati utilizzando le stesse metodologie e (2) i prodotti confrontati sono funzionalmente equivalenti. Le prestazioni ambientali di due materiali diversi (ad esempio calcestruzzo e legno) non possono essere confrontate utilizzando EPD.

Funzionalmente equivalente i prodotti hanno la stessa unità (come "una tonnellata metrica di acciaio") e prestazioni tecniche. Le caratteristiche tecniche delle prestazioni variano in base alla categoria del prodotto e all'uso. Ad esempio, le caratteristiche prestazionali del calcestruzzo strutturale includono criteri come resistenza, tempo di indurimento e durabilità, mentre i criteri del tappeto possono includere elementi come l'uso (commerciale vs residenziale) e la durabilità (densità, ecc.). 

Si noti che l'equivalenza funzionale è un processo che coinvolge giudizio e ipotesi e deve essere eseguito con cura.

Una volta stabilita l'equivalenza funzionale dei prodotti confrontati, è anche fondamentale assicurarsi che le EPD abbiano lo stesso:

  • Metodologia: Gli EPD dovrebbero seguire la stessa PCR.
  • Confini del sistema: Gli EPD devono includere fasi del ciclo di vita identiche. Il reporting delle fasi del ciclo di vita varia (vedi Figura 3) e le fasi riportate devono essere le stesse (ovvero l'analisi dalla culla al cancello non può essere paragonata alla culla alla tomba, ecc.)
  • Dati a monte: I dataset di inventario del ciclo di vita per il trasporto e la generazione di elettricità dovrebbero essere allineati.

Risorse per la politica del carbonio incorporate

1 - Carbonio incorporato 101

Questa risorsa mira a fornire una panoramica di alto livello del carbonio incorporato: come viene definito, il suo significato nel ...

Acquista Clean Washington Study

Scopo della ricerca: rivedere e valutare le politiche del carbonio incorporato per limitare il carbonio incorporato dei materiali strutturali ...

it_ITItalian